Pubblicato da: maria | ottobre 17, 2007

A volte basta così poco…

roy_lichtenstein_hopeless.jpg

(Roy Lichtenstein – hopeless)

…per ritrovare il sorriso e una parvenza di serenità.

Lo ammetto. In certi momenti mi perdo in un bicchier d’acqua, parto per la tangente e perdo la lucidità e la razionalità. Del tutto.

E’ sufficiente un silenzio, dal mio punto di vista immotivato e senza alcuna spiegazione. Allora comincio a fare mille supposizioni, mille sconnesse riflessioni. Sprofondo nel malumore più nero e non vedo via d’uscita. Riesco a costruire attorno a me una ragnatela talmente stretta che mi manca il respiro. Rischio di soffocare. Cado nel panico.

Poi… bip del cellulare. E’ arrivato un sms. Lo leggo, col cuore in gola. Faccio rapidamente il numero, uno squillo… risponde. Finalmente respiro. Come se per tutto questo tempo l’avessi trattenuto. Inspiro ed espiro. Sorrido. Ascolto, ascolto… Parlo…

C’è una spiegazione. La maggior parte delle volte c ‘è una spiegazione a tutto. E solo il mio egoismo cieco mi ha impedito di vederla.

Non c’è un nesso logico fra le mie riflessioni odierne e la canzone “Stupido hotel” di Vasco Rossi. L’unico motivo è che l’ho ascoltata stamani alla radio, mentre venivo in ufficio, mentre sprofondavo nelle mie paranoie più assurde. E mi sono ritrovata a cantarla a squarciagola, quasi con rabbia, come se fosse un modo per dare sfogo alla rabbia che avevo dentro. Rabbia immotivata, ma sempre rabbia…

Ora che sono Ora che sono qui
In questo stupido stupido hotel
E non sei qui con me.
Tutto mi sembra inutile
tutto mi sembra com’è
Farmi la barba o uccidere
Che differenza c’è?
Hai già pronto il piano di recupero
Io vado preso, vado preso e hai
sempre ragione tu
Per il mio limite
Io non so stare solo
Vivere insieme a me
Basta aspettarmi uscire…
E prendermi con sé
Credi che sia facile
Credi che sia semplice
Vai a farti fottere
Credi che sia
Una storia semplice
Cielo senza nuvole
Un amore utile
Sempre alla ricerca DOV’E’??
Uhò dov’è? Fin là!!
Dov’è?…uh! dov’è…
Questa felicità!
Ora che sono Ora che sono qui
Nel supermarket di questo stupido
stupido hotel
E tu non sei qui con me
Tutto mi sembra inutile
Tutto mi sembra com’è…
telefonarti o uccidere
Che differenza c’è…

basta che sia facile
basta che sia semplice
basta farsi fottere
basta che sia
Una storia semplice
Cielo senza nuvole
Un amore utile
Sempre alla ricerca
DOV’E’??
Uhò dov’è? Fin là!!
Dov’è?…uh! dov’è…
Questa felicità!!…

Dov’è?…uh! dov’è… Fin là!!
Dov’è?…uh! dov’è… Fin là!!
Dov’è?…uh! dov’è…
Questa felicità!!….
DOV’E’??

Annunci

Responses

  1. Non so eppure Vasco trova sempre le parole giuste alle emozioni che spesso provo! Un pò come il Maestro Baudelaire.
    Ma siamo donne, è giusto che ci facciamo un pò di paranoie. Altrimenti sai se fossimo sicure che tutto va bene ogni giorno della nostra vita?
    E poi cantare a squarciagola prima o poi servirà a qualcosa 😉

    Ti auguro buona serata!

    ps: ti ho aggiunta all’elenco dei miei bloggers preferiti, poichè penso che tu sia una brava scrittrice 🙂 Spero non ti dispiaccia!

  2. buongiorno Melania, oggi sento che è un buongiorno e coglio consegnare a te le chiavi di questo buongiorno affinche tu possa coglierne gli effetti e la bellezza…
    un sorriso
    Gautier

  3. Non è giusto vivere un’attesa sommersi dall’ansia. L’attesa è soltanto l’anticamera delle cose meravigliose che “certamente” ci accadranno. O MEGLIO, CHE FAREMO IN MODO CHE ACCADANO!

    P.S: E per quanto riguarda la Domenica prova ad immmaginartela come un contenitore che, contrariamente agli altri, sei costretta a riempire con un pò più di fantasia visto che non è del tutto vincolato a programmi stabiliti da altri.
    In fondo, l’unica vera differenza che la distingue dagli altri giorni è che sui calendari occidentali è contrassegnata in rosso.

  4. L’attesa accresce il desiderio e lo stimolo del piacere altrimenti perduto. È bello aspettare, lo dice uno che vuole tutto subito, sempre in attesa della prossima cosa:)

  5. Mi piacerebbe spegnere i pensieri pure a me, quelli che non ti fanno dormire quelli che ti danno alla testa quelli che ti disturbano la giornata…..non si puó punto e basta.

  6. hmmmm…..non trovo il filo del tuo discorso….sarò stanco?

  7. ciao…orazio disse:”utere temporibus…sfrutta i momenti felici”. Io sto tentando!Ben trovata:)

  8. a volte anch’io canto una certa canzone pur pensando ad altro o pur essendo di umore opposto, questo è il bello della diretta

  9. Se hai tempo e voglia leggiti qualche libro di OSHO….inizia con VIVERE – AMARE – RIDERE forse ti aiutera come ha fatto con me…

    Salutoni Max
    p.s.

    E’ profondamente stolto respingere da sé una buona ora presente o guastarsela di proposito col rammarico del passato o l’ansia del futuro

    A. Schopenhauer

  10. Per ora posso solo fingere di esser forte..
    Amo questa canzone..
    Un caldo abbraccio..

  11. @Max

    Sei la seconda persona nel giro di pochi giorni che mi suggerisce la stessa lettura. E’ ora che prenda in considerazione il consiglio.
    La frase di Schopenhauer è molto bella. In effetti a volte sono alquanto stolta.
    Ti saluto e a presto

  12. :: Ti ringrazio molto di esser passata da me.
    E sì, hai perfettamente ragione, la vita è fatta di questo, verissimo… solo a volte ti ritrovi a chiederti come sia possibile che le cose più belle possano scivolarti dalle mani, che le si arrivi a negare che non le si accolga con tutto il cuore pur sapendo che lo fanno battere… a volte si decide di ucciderle. E ce ne si pente. inevitabilmente… forse prendendo decisioni che segneranno la vita stessa. Che muteranno la nostra strada.

    E mi rivedo perfettamente in ciò che hai scritto. Non sopporto a volte i silenzi, spesso se sono immotivati, mi hanno lacerato… ma credo che la mia situazione fosse lievemente diversa… a volte erano “dovuti”… e proprio per questo ben peggiori.
    Ma anche per me vale… Basta così poco….

    Un bacio e a presto ::

  13. :: … e dov’è finito il mio commento? non mi dire che è svanito nel nulla… nooooooooo!!! ::

  14. buondì gioia…

  15. hommmmmmmmmm….hommmmmmmmmm…..

  16. pure io ogni tanto tendo ad affogare nel bagnasciuga, ma poi passa per fortuna!

  17. Assertività.

  18. Si, decisamente il mio era un consiglio o se vuoi un suggerimento da adottare. A volte si hanno dei bisogni che ci teniamo troppo dentro, mentre la soluzione è semplicemente a portata di mano.
    A volte ci tormentiamo per un niente. In questi casi (ed in molti altri) essere un po’ più assertivi è un’ottima cosa.

  19. Ciao Melania,
    è la prima volta che passo sul tuo nuovo blog, più completo di quello su tiscali,carino…
    Parla, parla non riflettere sui silenzi, ma sulle parole che ti dice…
    Un saluto Menco

  20. mi piace che tu canti….
    un bacio
    Mario

  21. anche io canto quando sono triste….

  22. Ciao melania!! sai che anch’io sono come te??uguale.. cerco sempre di non cadere nella paranoia…di non farmi idee sbagliate… ma ogni volta che c’è un silenzio lungo agisco come te… forse abbiamo solo bisogno di nuove amicizie

  23. tesora mia bella…buon we…c’ho un po’di maldigola..ma se domani c’è il sole vado a camminare in spiaggia…ci sentiamo da altre angolazioni..

    bacistrettistretti
    raffabella

    sorridi mi raccomando…

  24. ehola


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: