Pubblicato da: maria | novembre 16, 2007

un, due, tre, quattro…

mario-giacomelli-finestra.jpeg

(Mario Giacomelli)

Un, due, tre, quattro…

Piove. E’ tutto il giorno che piove. Non sento che questo ticchettio nelle orecchie. L’aria calda del fun coil puntata addosso non riesce a scaldarmi. Le mani, troppe fredde e intorpidite, si inceppano sulla tastiera. Indugiano. Stringo i pugni cercando un po’ di calore. Calore che non trovo.

Un, due, tre, quattro…

La pioggia ha per un attimo rallentato il suo ritmo. Per poi riprendere più forte. Insistente. Allungo le gambe sotto la scrivania, intreccio le caviglie. Mi stringo nella sciarpa di lana. In lontananza sento una sirena. Mi si stringe anche il cuore.

Un, due, tre, quattro…

Aspetto ancora un’ora, massimo un’ora e mezza e poi vado via. Chiudo l’ufficio, abbasso la serranda, raggiungo la macchina (sotto la pioggia, e non ho neanche l’ombrello…). Inizio questo freddo weekend sotto la pioggia, che non smette neanche per un attimo. Come una litania senza senso. Come i miei pensieri intorpiditi dal freddo.

Un, due, tre, quattro…

Lo sguardo vaga sulla superficie della scrivania. Dovrei fare un po’ d’ordine, buttare via un po’ di carte. Ho quattro calendari sparsi intorno: uno del 2006, due del 2007 e uno del 2008… (un, due, tre, quattro…). Mi domando cosa ci stiano a fare. A mettere in fila passato, presente e futuro (io non guardo al passato, non penso al futuro… vedo solo il presente…).

Un, due, tre, quattro…

Lunedì metto in ordine. Finisco di caricare le schede. Rispondo a tutte le mail. Lunedì metto ordine in questa vita. Gli do una raddrizzata. Taglio anche i rami secchi. Lunedì finisco questo puzzle, senza dimenticare neanche un pezzo. Lunedì termino questa partita a scacchi, sospesa da troppo tempo. Lunedì, magari, avrà smesso di piovere. Forse avrò anche meno freddo. Dopo sabato e domenica… c’è sempre lunedì… lunedì… ti risento.

One, Two, Three, Four – Feist

one, two, three four
tell me that you love me more
sleepless, long nights
that was what my youth was for
oh teenage hopes are lying at your door
left you with nothing,
but they wanted more.
oh, oh, oh,
you’re changing your heart.
oh, oh, oh,
you know who you are.
sweetheart, bitter heart,
now i can’t tell you apart.
cozy and cold,
put the horse before the cart.
those teenage hopes,
through our tears and the lies.
too scared to run off,
to one little life.
oh, oh, oh,
you’re changing your heart.
oh, oh, oh,
you know who you are.
one, two, three, four, five, six, nine, and ten.
money can’t buy you back the love that you had then.
one, two, three, four, five, six, nine, and ten.
money can’t buy you back the love that you had then.
oh, oh, oh,
you’re changing your heart.
oh, oh, oh,
you know who you are.
oh, oh, oh,
you’re changing your heart.
oh, oh, oh,
you know who you are.

Annunci

Responses

  1. c’è sempre un lunedì dentro ogni nostra vita. quello che manca, a volte, è il sabato sera.

  2. A lunedì allora 🙂

  3. I tuoi post li leggo “a blocchi”. Perché non ho molto tempo e non posso visitare “le poche case che amo” tutti i giorni.
    Qualsiasi sia l’argomento, e di te non si può certo dire che non sei varia ed interessante, c’è come un cemento, il tuo fascino, che li unisce rendendoli una unica storia infinita.
    Insomma, sei come la Nutella!! :-))))

    P.S: Buon Lunedì!!

  4. sempre interessanti i tuoi post, e non è una frase fatta! 🙂
    Ciao e buon fine settimana!

  5. Sotto la pioggia senza ombrello i miei biondi lisci capelli si ribellano ma mi piace cosí tanto non so resistere a volte esco ancora senza ombrello…….

    Ora quasi tramonto le montagne intorno alla cittá sono rosa giornata splendida.Buona domenica!

  6. lunedì… portami al mare…

    un bacio

  7. Un affettuoso saluto……:)

  8. …ho scritto una volta da qualche parte che la vita è un mosaico folle dove i pezzi non cambaciano mai. E chissà che non sia un bene. Tu intanto ultima la tua partita a scacchi che tanto nemmeno gli aquiloni o gli angeli restano sospesi in volo.
    E c’è il sole oggi.
    Fa freddo si, ma non piove…
    un sorriso
    Gautier

  9. oramai ci siamo… tra poche ore sara’ nouvamente il lunedi’, un lunedi’ che non ho mai sentito come percezione di un nuovo inizio ma piuttosto come un momento di estrema calma mentre il mondo si rimette in moto….(io lavoro spesso di sabato e domenica!) Ciao ciao Dona


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: