Pubblicato da: maria | dicembre 24, 2007

avrei voluto…

alvarez-bravo.jpg

…chiudere i miei post pre-natalizi con il precedente.

Abbastanza sereno, nonostante tutto. Con un clima quasi natalizio.

Ma non posso. Non riesco. Non mi è concesso.

Perché in questo momento provo una rabbia che non ha niente a che fare con il clima in cui dovrei essere immersa.

Provo solo delusione, dolore, rancore.

Sentimenti talmente forti che mi fanno scoppiare il cuore.

E vorrei sentirlo esplodere come un fuoco d’artificio.

Nodo in gola e lacrime troppo calde che, rotolando giù, lasciano una scia di fumo.

Scarnificano la pelle e l’anima.

Sono stufa dell’egoismo altrui.

Dell’egoismo delle persone a cui voglio bene.

Che riempiono e svuotano la mia vita in un attimo.

Quindi stanotte ho preso una decisione.

Sono io questa volta a togliere il tappo.

Svuoto tutto. Non voglio più niente.

Da questo momento in poi divento impermeabile a tutto.

(mi rendo conto di essere un granello di sabbia nel tuo mondo e di non avere molto valore. ma anche un granello di sabbia ha la sua piccola consistenza e vuole esistere e vivere. nel tuo mondo non c’è spazio per me e io volo via. il vento mi porterà su altre spiagge e in altri mondi. forse… o resterò sospesa in mezzo al pulviscolo per sempre…)

per04.jpg

(Spaccacuore – Bersani)

Annunci

Responses

  1. …non avvilirti, o almeno sforzati di stemperare l’amarezza. Le pene d’amore sono le più feroci, è vero, ma solo perchè le punte di felicità che l’amore fa toccare richiedono a volte un prezzo che sia pari. Certo, le parole possono poco in certi momenti e il malessere che si prova è incondivisibile ma sono certo che presto ritrovi il sorriso dentro di te…
    ti abbraccio
    Gautier

  2. l’amore ferisce, snatura, svuota, però come dice Gautier è un prezzo che tutti prima o poi pagano, in special modo se amano veramente, in maniera totale. Chi non conosce, non ha conosciuto, questo amore non può capire. Cerca di trovare la serenità in quel granello di sabbia di cui parlavi prima…”soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità” recita neruda…anzi qui di seguito ti posto tutta la poesia! Cerca DI ESSERE SERENA DOLCE MELANIA! bUON nATALE!

    Lentamente muore

    lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
    chi non cambia la marcia,
    chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
    chi non parla a chi non conosce.
    Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle “i” piuttosto che un insieme di emozioni, proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti all’errore e ai sentimenti.

    Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
    chi è infelice sul lavoro,
    chi non rischia la certezza per l’incertezza, per inseguire un sogno,
    chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.

    Lentamente muore chi non viaggia,
    chi non legge,
    chi non ascolta musica,
    chi non trova grazia in se stesso.

    Muore lentamente chi distrugge l’amor proprio,
    chi non si lascia aiutare;
    chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.

    Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
    chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
    chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

    Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.

  3. Quanto fanno male queste tue parole…
    Spero con tutto il cuore che tu possa ritrovare un pò di serenità, non tanto per queste feste (che prima passano, meglio è) ma per il tuo immediato futuro.
    Ti abbraccio forte, dolce Melania…
    Se riesci passa da me, stasera hai un appuntamento 🙂
    Bacio

  4. dimenticavo, W Samuele…sono stata anche ai suoi concerti, la prima volta che l’ho visto ad un concerto di un gruppo era ospite e cantava Spaccacuore!

  5. L’amore, l’amicizia non sono strade pianeggianti.
    Ma a volte le strade più tortuose portano alle mete più desiderate.
    Certo, c’è da soffrire durante il cammino!
    Buone Feste
    Flavio

  6. il post che ho scritto partiva da un sentire comune, poi ho letto questo. Cara Melania, a volte mi pare di aver camminato abbastanza, a volte sono stanco di battaglia, ma quando mi addormento, sogno e al risveglio il mondo è nuovo. Tu sei bella perchè vivi e hai passioni, sai che i dolori non si evitano, ma neppure la felicità si rifiuta. Non potrai mai essere insensibile: è la tua fortuna, non una maledizione. Gli auguri te li faccio tutto l’anno, adesso ti abbraccio forte forte.

  7. Melania,
    tre Natali fa provavo e pensavo le stesse tue parole,
    le feste non le ho sentite mai moltissimo, quell’anno ancora meno,
    poi però è andata meglio,
    e queste parole, che in questo momento sono uno sfogo ti serviranno andando avanti,
    a fortificarti, e non permettere più che si giochi gratuitamente dei tuoi sentimenti, comincerai a volerti più bene, prima chiunque altro.
    Allora questo è l’augurio che ora ti faccio,
    non avere fretta, e concediti il giusto tempo.
    Un bacio

  8. Buon Natale
    Roberto

  9. Ancora disperazione, ancora a soffrire per colpe altrui sei scarica come la tua Clio (mi ha fatto sorridere)…
    É arrivata la notte piú sofferta dell’anno dove é difficile non sentirsi soli anche quando non lo si é….fatti scaldare il cuore dai nostri commenti in questa notte cosí attesa….ora mi ascolto e mi guardo il sig.Bersani.
    Tanti dolci auguri
    Xeena

  10. Ero passato per gli auguri, non pratico molto i blog ultimamente, ma gli amici non si dimenticano.
    Ricordo un anno fa, ci siamo conosciuti in questo periodo.
    Ricordo bene, quale fu il tuo “regalo” quel natale…ora come allora, io non posso fare altro che ascoltare e lasciarti una carezza.
    Tornerò presto a trovarti.
    Grazie per la canzone.

    Franco(now)

  11. unpensiero da lontano ma vicino


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: