Pubblicato da: maria | febbraio 15, 2008

tentativo di metabolizzazione…

newton-pistola.jpg

(Helmut Newton)

Martedì. E’ stato un brutto giorno, di quelli che lasciano il segno.

Ho provato un dolore così forte e accecante che ci sono voluti questi ultimi tre giorni per trovare la forza e il coraggio anche solo di parlarne.

Il dolore annienta. Il dolore porta in superficie tutta la fragilità umana. Il dolore ti fa perdere il contatto con la realtà. Il dolore ti rende piccolo. Il dolore cancella le poche certezze che hai messo faticosamente insieme.

La sensazione è di perdere tutto e dover ricominciare da capo.

Ma non è possibile e non ha senso costruire una casa sulle sabbie mobili. Presto o tardi sprofonda e lentamente sparisce.

La mia non si poteva definire esattamente una casa. Era una piccola capanna, di quelle che a mala pena ti riparano dalla pioggia e dal freddo. Eppure per me era una reggia. Ci stavo bene e mi dava conforto. Mi dava quello di cui avevo bisogno. Forse solo l’illusione.

Le sabbie mobili l’hanno risucchiata, di colpo. E la mia casa-capanna-reggia è sparita. Non c’è più.

Mi sono sentita tradita, senza aver subito alcun tipo di tradimento. Mi sono sentita abbandonata, senza che nessuno mi avesse precedentemente sceltae e accettata. Mi sono sentita sconfitta, anche se non c’è stato alcun vincitore e neanche una battaglia.

Adesso mi muovo lentamente e con cautela. Passi incerti guardandomi intorno in cerca del pericolo. Scansando la delusione che mi sale lungo la gola e rende così amaro questo boccone da ingoiare.

Ho cancellato dal mio vocabolario il termine amore, l’amore che si prova verso un uomo. In questo momento non me lo posso permettere. Perché in questo momento corro il rischio di provare un sentimento diametralmente opposto, eppure così simile e così vicino. Perché ci vuole così poco per trasformare l’amore in odio.

Ed io non (ti) voglio odiare.

L’amore trasparente (Ivano Fossati)

Non pretendo più di aver ragione
se parlo di vestiti e di carezze
le braccia lungo i fianchi farò cadere
pregare no che non vorrei pregare
pregare no che non vorrei pregare.

Non vergognarsi della propria malinconia
è un compito penoso anzi uno strazio.
L’amore trasparente non so cosa sia
mi sei apparsa in sogno e non mi hai detto niente
mi sei apparsa in sogno e non hai fatto un passo.

Nemmeno un gesto nemmeno lasciamo andare
meglio di chi improvvisa a malincuore
meglio di chi improvvisa senza amare.

Sarà la vita che monta e poi riscende
tutto questo splendore trasparente
luce elettrica che dopo il buio sempre si accende
se abbiamo assolto tutti i sentimenti
dimenticato tutti i fuochi spenti.

Ma sono pazzo del mondo e sono pazzo di te
e sono pazzo del mondo questo è odio e amore
sono pazzo del mondo questo è odio e amore
anche per te.

Sarà il destino che splende e poi riscende
tutto questo rumore che si sente
acqua libera che sempre si spande.

L’amore trasparente non so cosa sia
mi sei apparsa in sogno e non mi hai detto niente
ti ho dormito accanto e mi hai lasciato andare
sarà anche il gioco della vita ma che dolore
sarà anche il gioco della vita ma che dolore

Annunci

Responses

  1. Non sempre finisce cosi, avvolte anche peggio 🙂 ma avvolte anche molto meglio 😉

    Un abbraccio.

  2. … muoviti lenta.

  3. mel..che dire?..anch’io martedi mi sono avventurata in sabbie mobili..com’erano le congiunzioni astrali martedi?..probabilmente saturno veleggiava contro, plutone assente, marte dissennato.
    si potrebbe cancellare la parole amore, nell’eterno gioco del facciamo finta che.
    non esiste, tout court.
    muoviamoci piano, mel.
    e speriamo che io me la cavo. e pure tu, già che ci siamo.

    minnie-guantini-color-carota

  4. Sono senza parole Melania spiazzata da quello che ho letto, reinterpreta quella parola non cancellarla. Lo so é cosí difficile amare (un uomo), dosa meglio il tuo amore e dai di meno che forse avrai di piú….e ora cerca di riscrivere la tua vita.
    Kisse un abbraccio Xeena

  5. E questa è dedicata a te

    Why do we / Crucify ourselves / Every day / I crucify myself
    Nothing I do is good enough for you / Crucify myself
    Every day / And my heart is sick of being in chains

    E anche questa

    On les r’trouve en raccourci
    Dans nos p’tits amours d’un jour
    Toutes les joies, tous les soucis
    Des amours qui durent toujours

    E poi ci sarebbe anche questa

    e qualcuno dirà che c’è un modo migliore…

  6. metà bolizza. l’altra metà no. che serve pure ricordare il dolore.

  7. Però non dimenticare che Fossati canta anche “La costruzione di un amore”. Se non per questo (lo scorso, il precedente, l’ultimo in ordine di tempo, insomma..), sarà, comunque… E qualcun altro dice che “sarà bellissimo”…
    In bocca al lupo.
    M.

  8. Coraggio Melania,
    mi dispiace molto sentirti così,e mi dispiace ancor di più non poter fare granchè per aiutarti.

    A modo mio,però,ti auguro di tutto cuore di riprenderti al più presto,e di non mollare MAI!

    Ciao

    Riccardo

  9. Oggi sei riuscita a parlarne. Ed è già un primo passo.
    Con il tempo, e il conseguente graduale distacco, vedrai questa realtà in modo più lucido.
    Secondo me però non puoi cancellare dal tuo vocabolario il termine amore, nell’accezione di amore verso un uomo.
    Perché l’amore (nelle sue svariate accezioni) guarisce le ferite della vita.
    L’ho vissuto sulla mia esperienza, e lo auguro anche a te.
    Quanto ti sentirai pronta, comincia a ricostruire con cautela.
    Un caro abbraccio,
    princi

  10. Cara Melania,
    le parole che ti sto scrivendo non cancelleranno le sensazioni di tradimento, di abbandono e di sconfitta che senti nel sangue che scorre nel tuo corpo. Se ne guardiamo il contenuto, questa mia risposta è una fotocopia delle precedenti e delle successive. L’alternativa era far finta di nulla. Far finta di non essere passato da qui e di non aver letto il tuo pianto interiore. Ma noi (chi ti scrive e pensa a te, magari non conoscendoti quasi) non siamo così. La 100esima persona che ti lascerà un pensiero, forse, crederà di aver scritto per la 100esima volta la stessa cosa. Il mio nome è Diego; ho 34 anni e, come avevi percepito, sono di Torino. Nel mio piccolissimo mi viene da consigliarti di non darti troppe regole, in questo momento, sull’amore. Vivere alla giornata, per un po’, forse potrebbe aiutarmi al tuo posto.
    Se hai voglia di passare dal mio blog ti regalo, se vuoi, 1 minuto di svago con un giochino (spero divertente).
    Un abbraccio forte forte!
    Diego.

  11. non ho parole…si sente che stai male…io però tifo sempre per l’amore e mi è capitato anche di prendere inculate pazzesce per questo mio modo di essere.
    Vorrei scrivere cose, ma passerei per una persona banale e forse tu non capiresti, semplicemente perchè adesso è più forte il dolore.
    Non ti darò consigli perchè non ne sono in grado e poi quando io sto di merda e me li danno penso sempre: “vabbè ma tanto poi il problema rimane il mio!”
    Ti dico solo che io sono una fan dell’amore e che tiferò affinchè tu possa superare questo momento.

  12. Ciao Melania mi sembra di capire che non è un bel momento per Te,non ho parole da lasciarti ma tanto affetto quello si.
    Roberto

  13. il momento della verità è doloroso, ma inevitabile.
    Verrà il monento di ricostruire.
    Ti sono vicina, come tutte queste persone che ti voglione bene, anche se alla fine si è soli, ma questo vale perv tutta la vita.
    E alllora l’unica è cominciare a coltivare un grande, ricambiato amore per se stessi.
    Un abbraccio
    Laura

  14. nessuna parola
    solo un forte abbraccio!

  15. La vita è fatta di colline, di montagne e di immense vallate dove riposare….questo è il momento delle salite ma arrivata alla cima del dolore la discesa sarà lieve…e la vallata fresca e rilassante…

  16. io ieri al mare ho pianto mentre leggevo le parole di un’amica sul mio cellulare.
    passo per stringerti…forte…

  17. l’amore non si cancella Mel e lo sai. A volte si sospende, ma quando lo si è provato, per forza ci ritorni. Sarà un’altro spacciatore, uno che non hai visto mai. Tornerà prepotente da Te e sarà bello, e sarà disperante, e sarà unico, e sarà la ragione per cui tu adesso stai male. La vita e l’amore sono una faccenda seria su cui ridere finchè si ha fiato, per volersi bene, almeno un pò. Tornerà Mel e tu gli aprirai la porta, ti rovescerà come una gatta, ti farà sentire bellissima, ti toglierà il respiro. Tornerà perchè se hai amato sei speciale, sospendi e guardati da fuori. Cerca la tua bellezza come farebbe l’uomo che con gli occhi ti accarezza e guardala questa bellezza: quella resterà.

  18. Dopo aver sciato tutto il giorno mi aspetta una risikata da Oscar, ti auguro una serata serena e veramente felice.
    Kiss

  19. Macché anonima Xeena, ciao!

  20. Mia cara melania, leggo solo ora il tuo post perché non ero in casa…sono sconcertata dalle tue parole intrise di tristezza e dolore, ma vorrei dirti che la parola amore è una parola difficile, ricca e vuota di significati, vuol dire tutto e non vuol dire niente…l’amore quello intendi tu e che intendo io quando sto bene o quando guardo negli occhi qualcuno che “amo” è dentro di te…e pronto a venire alla luce ancora quando ne varrà davvero la pena e quando tu sarai ancora una volta pronta ad alimentarlo e nutrirlo della tua forza e della tua detrminazione ad amare solo e soltanto chi può dare e ricevere per uno scambio alla pari
    ti abbraccio piccola Melania

  21. Il mio amico Sanchez abita in periferia ovest, l’appartamento è particolare.. si entra dal bagno per accedere alla cucina..
    Lui mangia carne simmenthal tutti i giorni e costruisce aerei di carta che lancia dalla finestra..il suo passatempo preferito è però ,,schiacciare gli scarafaggi tra pollice e indice..
    Il mio amico Sanchez ti saluta..quando vuoi..quando hai voglia di sfogarti.. puoi andare a trovarlo ..ne sarà lieto..ricordati una scatoletta di simmenthal..ciao
    Holden

  22. Non ho molto da aggiungere ,i tuoi Amici ti si stringono intorno,e ti parlano anche solo con lo sguardo,anche col silenzio.
    Sì,metabolizzare,ma il ricordo è vivo ,torna….. tornano i momenti in cui il tempo si fermava ed il mondo spariva,no non ci credo non può essere odio,non si può odiare chi si è amato e ci ha amato ,chi ha condiviso la nostra vita ,non importa se per un’ora ,per un anno ,per decenni….
    Quel tempo è passato , altro ne verrà ed anche se avvertiamo la stanchezza del tramonto ,se la parte fisica di noi conserva le tracce del tempo che scorre ,il nostro essere spirito non smetterà mai ,finchè avremo il respiro ,di tendere e volgersi al sentimento che muove la nostra vita,l’Amore.

    Ciao Melania,ti abbraccio.

  23. mi spiace
    Dona

  24. un giorno quella parola la riscriverai ne sono certa..
    un piccolo abbraccio 🙂
    e un sereno fine settimana..

  25. La tipa della foto sembra saper metabolizzare molto bene

  26. Passavo per il sostegno domenicale. Riso con i funghi oggi?
    David.

  27. ti auguro una domenica SPLENDIDA come la foto che hai inserito….
    un beso por tì 😉

  28. Cia melania:) ieri sera mi sono addormentata davanti alla tv…poi alle due ho visto che mia figlia ancora non era rientrata…alle due e mezza è arrivata e abbiamo fatto due chiacchiere…tanti pensieri affollano la mia mente in questi giorni e tante sensazioi diverse si combattono dentro di me
    Come stai cara?

  29. Pure io esprimo un desiderio: mangiare tagliata di filetto con i funghi da te 😉
    Oggi mi sono tuffata in un negozio della Lind….ah che docezze: la cioccolata al peperoncino, le sfere allo champagne e poi dei cosini di cioccolata e ruhm chiamati Havana club…cremini e gianduiotti, bianca fondente al latte, speziata con la cannella…. mi gira la testa da quanta cioccolata ho visto….mmmhhh
    Ciao!

  30. melania questo è un momento difficile, ma è attraverso questo che devi passare per raggiungere il tuo obiettivo: quello della felicità !!!

  31. Oggi ho l’influene e la febbre alta che mi fanno stare malissimo…ciao e buona serata…

  32. @Xeena, in effetti anch´io cercavo cioccolata oggi, dev´esere un postumo della sconfitta a risiko

  33. Buonanotte Melania:) Sono appena tornata da una cena….stanca…ho voglia di chiudere gli occhi e sono felice di averti conosciuta e di aver conosciuto anche tutti gli altri amici virtuali! Dormi serena

  34. melà….vedo attorno a te un sacco di amici….me compreso, tutti innamorati di te 😉

  35. Cara melania, entro nel tuo blog per la prima volta e trovo un post così mio ma così mio ma così mio che se avessi dovuto scriverlo io per fotografare la mia vita e gli eventi dei miei ultimi giorni non avrei saputo fare di meglio. Che dire? che ti capisco, che dovunque tu sia il dolore che provi siamo in tanti a conoscerlo, e che sebbene in questi momenti ci sembri che il nostro dolore sia unico, impenetrabile agli altri, diverso e più triste, più squallido a volte, più disilluso degli altri in realtà molti di noi sanno cosa significhino sabbie mobili, capanne che sprofondano con le nostre illusioni, la parola amore sostituita improvvisamente da “illusione”, la reggia che diventa squallido tugurio. Il senso di tradimento incombente pur senza essere state tradite. Mi spiace che qualcun altro provi tutto questo. Alle mie amiche – nella mia situazione – darei coraggio, assicurerei loro che l’amore tornerà prepotente a bussare alla porta. Io dopo averlo disseppellito già un paio di volte, ora lo lascio lì, e che riposi in pace… L’amicizia in questi momenti e la migliore medicina. E lo sport la seconda. Da domani mi iscrivo il palestra 😉 un abbraccio solidale!

  36. Ogni volta che devo lasciarti un commento mi sento sempre inadeguato. Inadeguato dal punto di vista della scrittura, inadguato sotto quello dei contenuti… Melania, è sempre sciocco, ma pensare un po’ a se stessi è cercare di di voler superare il momento… Ecco, anche stavolta sono stato inadeguato…!

  37. So che si prova… quel sentirsi inermi… vedere il tuo mondo capovolto tosto crollare ai tuoi piedi e chiederti: “ora cosa fare?”
    resta in ascolto… la risposta arriverà da sé…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: