Pubblicato da: maria | marzo 6, 2008

la rabbia che tracima

roy-lichtenstein-grr.jpeg

Basta una mail. Una semplice mail di poche parole, scritte frettolosamente. E la notizia mi arriva, come un bel pugno nello stomaco. Dovrei esserci abituata, ormai, al modo in cui mi comunichi le tue assenze. Dovrei.

Amaro in bocca, nodo alla bocca dello stomaco, brividi incontrollabili. Niente di nuovo. E’ solo la rabbia che tracima.

Fra non molto passerà, anche questa volta riuscirò a digerire questo mattone. Ad inghiottire lacrime e veleno. A fare passare il tempo, a trovare una giustificazione, una ragione a tutto questo male. A tutta questa rabbia.

Come sempre… cercherò di dare una logica a tutto questo. Metterò in fila i miei pensieri, ordine alle mie idee. Aggiungerò un’ora ad un’altra ora, una notte ad un’altra notte. Scherzerò, riderò e sarà tutto come se niente fosse.

Riuscirò a riempire questo tempo, a colmare questo vuoto. Chiuderò un altro cassetto con le mie riflessioni. Ricomincerò a vedere il mondo a colori e non solo in bianco e nero. Sentirò i profumi e i sapori della vita. Passerà il freddo e anche la pioggia. Spunterà il sole.

Ed io avrò indossato la maschera della serenità.

roy-lichtenstein.jpg

E quando tornerai, io sarò qua ad aspettarti. Come sempre. E la rabbia sarà solo un brutto ricordo. Ed ogni mio sorriso ed ogni mio pensiero sarà rivolto a te. Con tutto il mio amore.

Why (Annie Lennox)

How many times do I have to try to tell you
That I’m sorry for the things I’ve done
But when I start to try to tell you
That’s when you have to tell me
Hey… this kind of trouble’s only just begun
I tell myself too many times
Why don’t you ever learn to keep your big mouth shut
That’s why it hurts so bad to hear the words
That keep on falling from your mouth
Falling from your mouth
Falling from your mouth
Tell me…
Why
Why

I may be mad
I may be blind
I may be viciously unkind
But I can still read what you’re thinking
And I’ve heard is said too many times
That you’d be better off
Besides…
Why can’t you see this boat is sinking
(this boat is sinking this boat is sinking)
Let’s go down to the water’s edge
And we can cast away those doubts
Some things are better left unsaid
But they still turn me inside out
Turning inside out turning inside out
Tell me…
Why
Tell me…
Why

This is the book I never read
These are the words I never said
This is the path I’ll never tread
These are the dreams I’ll dream instead
This is the joy that’s seldom spread
These are the tears…
The tears we shed
This is the fear
This is the dread
These are the contents of my head
And these are the years that we have spent
And this is what they represent
And this is how I feel
Do you know how I feel ?
‘cause i don’t think you know how I feel
I don’t think you know what I feel
I don’t think you know what I feel
You don’t know what I feel

Perchè

Quante volte devo tentare di dirti
Che mi dispiace per le cose che ho fatto
Ma quando inizio a farlo
Tu cominci a dirmi:
Hey…questo tipo di problema è solo l’inizio.
Mi dico troppo spesso
Ma perché non impari mai a tenere la boccaccia chiusa?
E’ per questo che fa così male sentire le parole
Che continuano a caderti dalla bocca
caderti dalla bocca
caderti dalla bocca
Dimmi….
Perché
Perché
Posso essere matta
Posso essere cieca
Posso essere crudelmente insensibile
Ma riesco ancora a leggerti nel pensiero
Ed ho sentito dire troppe volte:
E’ meglio che tu te ne vada
Inoltre…
Perché non riesci a vedere che questa nave sta affondando
questa nave sta affondando
questa nave sta affondando
Andiamo sulla riva dell’acqua
Possiamo far naufragare questi dubbi
Alcune cose è meglio non dirle
Ma ancora mi sconvolgono
mi sconvolgono
mi sconvolgono
Dimmi….
Perché
Dimmi….
Perché
Questo è il libro che non ho mai letto
Queste sono le parole che non ho mai detto
Questo è il sentiero che non ho mai percorso
Questi, invece, sono i sogni che io farò
Questa è la gioia che raramente viene irradiata
Queste sono le lacrime…
Le lacrime che abbiamo versato
Questa è la paura
Questo è il terrore
Questo è ciò che contiene la mia testa
E questi sono gli anni che insieme abbiamo trascorso
E questo è ciò che rappresentano.
E questo è quel che sento.
Sai come mi sento?
Perché non penso che tu sappia come mi sento
non penso che tu sappia come mi sento
non penso che tu sappia come mi sento
Tu non sai cosa sento.


Annunci

Responses

  1. Fermo restando che non capisco un accidenti di questa storia, non capisco cioè se l’amore c’è ancora o no, ma non sono affari miei, tu lo sai. Fermo restando ciò,continuo a restare perplessa di fronte ad alcune coincidenze come quella di questa canzone, che io amo e che conosco parola per parola e che canto spessissimo.
    Una piccola nota mia cara: dovresti cercare di non indossare la maschera della serenità, non serve a nulla. Cercala quella serenità, anche buttando fuori la tua rabbia, come stai facendo ora. So che è facile parlare dal di fuori e difficile trovarsi a vivere queste situazioni, ma so anche che tu sei in grado di indossare una serenità vera.
    Un abbraccio.
    Anna

    I baci alla Sardegna li dai sempre per me, vero? :-))

  2. non aspettare Mel, non attendere i sogni già sognati. E’ duro ammettere le proprie sconfitte, ma non c’è altro modo per vincere poi. Usa la rabbia per te, per aprirti gli occhi, per pulire il vetro, per non fare finta. Usa la rabbia per generare distacco, per essere stanca per qualcosa, per respirare il tuo ossigeno. Buona notte Mel, riordina le priorità e dormi

  3. ogni amore ha il diritto di essere vissuto, ma non permettere che ti ferisca così…tu sai amare in maniera speciale, non è da tutti credimi!
    Buona serata Mel, ti abbraccio.

  4. …come sempre,come sempre capirò
    non è niente,non è niente passerà
    un istante una vita in scatola
    deprimente una scusa basterà
    chiudendo gli occhi
    scivoli via da me
    chiudendo gli occhi scivoli via
    come sempre ti assicuro capirò
    come sempre oggi mi accontenterò…

    Non posso certo augurarti una serata serena ma lo faccio ugualmente sperando che ti arrivi un po’ di tranquillitá, certo il vento e il freddo di questi giorni non migliorano la situazione forse te la incasinano di piú…cerca di sorridere anche in mezzo a questi casini.
    Kiss tanti.
    .

  5. Che piacere vedere nel tuo blog Roy Lichtenstein, ma sopratutto l’opera da te scelta….ora ci vuole ” Eletric Cord ” per dar luce a pieni Watt alla tua lucidità di madre, la rabbia non serve, offusca il CUORE.
    Lennox splendida musica, Roy splendido artista, oggi ( non consiglio ) nessun buon vino consiglio…..solo l’ultimo cd di Cristina Dona’ o dei Radioderwish.
    Dimenticavo, Splendido Sole quando smetterà di piovere.
    P.S.Maz086

  6. Non bisogna sempre accettare tutto passivamente Melany, se non altro per non farlo diventare un’abitudine!!!
    Un saluto affettuoso

  7. Beata te che riesci a fare cosi. Io non so se di delusione in delusione sarei ancora lì e se mi farei passare cosi velocemente la rabbia!

  8. Hey Mel…ma quanto lo ami questo uomo?

  9. @salvatorepiroddi: Electric Cord è del 1961, giusto? anno favoloso… stanotte solo acqua (piovana?), niente consigli sul vino o niente vino? le tue scelte musicali mi stanno a pelle, direi. e… aspettiamo il sole…

  10. Anni fantastici….closer, Notte.
    Scartando i piaceri della vita non sempre ti accorgi che la carta non è da buttare.
    P.S.Marz087

  11. Io penso che la cosa difficile sia andare avanti… però in fondo è anche l’unica soluzione. Indossare maschere per quanto possa far sentire bene non serve a molto. Almeno per ciò che penso io.
    Bisogna sapere aspettare, ma anche sapere andare avanti, so che sembra un nonsense ma la vita non spesso corre “dritta”…
    Quel che scrivi emoziona.
    R

  12. Esatto, anni favolosi……Closer J.D., Notte.
    Scartando i piaceri della vita non sempre ti accorgi che la carta non è da buttare.

  13. :: Posso dirti che è come se l’avessi scritto io.
    Solo che cerco di fare qualcosa di diverso. Di vivermela quella rabbia. Di lasciarla essere e non di voltarmi come se nulla fosse. Di condividerla anche esattamente con chi quella mail magari l’ha inviata. Di non tenerla dentro. Di farla fluire. E di farla passare sola. Ma non distogliendomi. No. Dando ad essa il tempo che le serve.
    Per poi ritrovarmi non ad indossare una maschera ma cercare di ritrovare me stesso, arricchito ogni volta.
    Ed è di un difficile unico.

    Ma ti capisco.
    Solo che maschere non posso più indossarne. Non più.

    Che possa tornare il sole.
    Anche un lumicino che condividerei volentieri con te.

    Un bacio e grazie… ::

  14. non conoscendo i fatti non posso entrare nel merito ma esperienza mi insegna che indipendentemente dall’essere vittima o carnefice è sempre meglio darci un taglio….basta piangerti addosso melà!!!!

  15. forse è il momento di fare le “pulizie di pasqua” in modo più accurato?
    liberati da tutto quello che ti mette dentro rabbia, righe frettolose…assenze….esserci abituata…..mmmmmh non va bene

  16. Non posso commentare ciò che non conosco, ma una persona che scrive e cucina come te, avrà sempre un sorriso. Talvolta sul viso, spesso nel cuore, comunque sempre nella mia immaginazione.

  17. ciao Mel non conosco la situazione però non accettare sempre tutto, urla ciò che non ti sta bene e faglielo pesare!

    “Nobody puts Baby in a corner.” (cit.)

  18. e mi raccomando, che la maschera della serenità non sia quella coi cetrioli

  19. io sono stanca di indossare maschere mel.
    davvero.non ne posso più.l’ho fatto per anni in passato.
    oggi.dico sempre quello che penso.e non ingoio più il rospo.

    ‘ffanculo….mel non farlo più.
    non farlo più neanche tu….

  20. toc toc !!!c’è nessuno???

  21. però che sincronia, tu da me ed io da te a lasciarci messaggi…buon fine settimana gioia

  22. Buon pranzo mel, freddo umiditá nuvole niente vento i compiti da fare il cane che abbaia il ragout che bolle il pc che non mi fa leggere le mail 😉 che stress ora respiro esco cuffiette e via.
    Ciao

  23. Quasi in contemporanea ci siamo scritte, un bacio al tuo babbo e fallo felice regalagli la tua serenitá oggi, poi domani si vedrá.
    kiss

  24. Non ti darò consigli e non ti dirò che fare…
    Un tempo ho gridato “Io rivoglio la mia vita” ma mi son sbattuta la porta in faccia fuggendo via da me stessa, indossando abiti menefreghisti mentre il cuore urlava di dolore!
    Così, madida di pianto e imbevuta ancor d’amore, son tornata sui miei passi… lì dove avevo compiuto il mio meschino incipit di attrice recitante la commedia di una felicità mal messa.
    E lì mi son ritrovata… tra i gemiti e i ripianti… ho scoperto di voler essere me stessa.. e pian piano la rabbia ed il risentimento (più verso me stessa che verso altri) han ceduto il passo alla consapevolezza che Noemi è sì fatta, e ama comunque, ma con dignità…
    Mi sovvengono le parole di una canzone di Celentano che sono il mio galateo in amore:
    “Per averti farei di tutto tranne che perdere la stima di me stesso… per averti.. per averti… ma non ti voglio non ti voglio senza amore…”

  25. auguri al babbo!

  26. buon pomeriggio Mel, sii serena:)

  27. La maschera della serenità serve poco. E la rabbia è una pessima compagna di viaggio.

    Io cambierei treno…

  28. Chissá se esiste una logica, spunterá il sole per te ma io non so cosa senti, posso immaginarlo e come dici tu colma il vuoto.
    Buon fine settimana.

  29. Gia’ passato tutta la storia di Vacca Vittoria che racconti sopra. sempre disposta a perdonare anche io che non mi faccio mettere i piedi in testa da nessuno!
    Posso darti un consiglio anche se non lo farai?
    MA MANDALO AFFANCULOOOOO! se ritorna non ci cascare , se resisti è sara’ TUO ma se continui, mia bella bambina, sei finita finche’ campi!

    baci888

  30. Nelle tue riflessioni rivedo me un anno fa. Forse la situazione non sarà nemmeno simile.
    Quello che ti posso dire è che il sereno ritorna e dopo si vive meglio di prima.
    Ti mando un bacio e un abbraccio forte
    Francesca

  31. una sola domanda, Melania: sei proprio sicura che ne valga la pena?
    assenza
    vuoto
    rabbia
    delusione

    il carnefice è tale solo finchè e nei limiti in cui la vittima glielo consente

  32. mi copliscono le parole scritte in grassetto….dal di fuori si potrebbero dire molte cose, tutte dettate dall’affetto per te, ma quando ci si trova dentro certe situazioni, forse l’unica è viverle consapevolmente, come stai facendo tu…e a poco a apoco accadrà quel che deve(nel senso di ciò che è meglio per te).
    Buon fine settimana, Melania
    Un abbraccio
    Laura

  33. Grazie Laura. E’ sempre bello sentirti.
    Passa dei momenti sereni e felici
    un abbraccio

  34. Non esistono carciofi senza spine……tranne che in cucina.
    Serena cena.
    P.S.Marz087

  35. Ciao Melania,
    mi piace molto visitare il tuo blog.Ho visto che diverse persone ti augurano di ritrovare serenità,mi unisco al coro e aggiungo anche che,quando l’inverno va via e arriva la primavera,guardo con un piccolo sorriso il sole lassù in cielo.

    Spero che il tuo sole torni presto a splendere più forte di prima,

    Un abbraccio

    Riccardo

  36. @salvatorepiroddi:
    Evvero, non esistono.
    E poi, devo ammetterlo, anche in cucina preferisco quelli con le spine. sono più difficili da trattare, ma nolto più gustosi.
    Come dire… ne vale la pena.
    Ancora niente cena… brutta abitudine quella di cenare tardi…
    A te buon dopo cena

  37. ciao mel, buona serata…

  38. buona serata….cerca di distrarti…

  39. Conto su di te per la mia idea, non sai quanto mi farebbe piacere mi lascieresti un ricordo bellissimo.
    È sabato Mel aiutooooo.
    Buona giornata

  40. Passerà!!!!

    Auguri Mel,c’è una mimosa per Te.

    :)*

    Al

  41. Ciao mel, oggi qui una bellissima giornata!:)

  42. Mel credo sia arrivato il momento di trasformare la maschera della serenità in rabbia pura. Io reagisco spesso così… riesco a sentirmi meglio, ma forse anche questa è solo una maschera.

    Auguri Mel!

    PS:Ogni tanto sferra qualche cazzotto… 👿

  43. Parole molto vere le tue, sofferenze che appartengono alle persone sensibili… Un abbraccio, Giulia

  44. io leggo tutto, ho provato con i diversi broswer, tu quale usi?

  45. Davvero sarai lì ad aspettare Melania, con un sorriso?
    Non è facile vivere di vuoti aspettando i pieni, ma se lo fai, vuol dire che per te è imporante.
    Un bacio,
    buon fine settiamana..
    Elena

  46. Almeno oggi, lascia da parte la tua interiorità tormentata e
    che il profumo della mimosa ti dia un po’ di piacere.
    Un particolare abbraccio :-))

  47. Mia nonna, una donna sudtirolese molto saggia, mi ha detto :”Iso, non innamorarti mai, stai solo male” (avevo 15 anni). Mi piaceva Rod Steward e l’apprendista dell’elettricista della casa accanto. Non volevo crederle..ero giovane, peró aveva ragione. Piú vado avanti con gli anni e piú credo che l’amore (quello romantico é una cagata – scusa il termine) quando tra uomo e donna subbentra il sesso, il cervello di tutti e due non funziona piú. Ad esempio, perché un principale ha una segretaria (ovviamente non hanno un rapporto sessuale) da tantissimi anni, si rispettano, collaborano insieme, si divertono, sono complici, amici ecc. il tutto funziona solo perché non c’é il sesso.
    Dovrebbero esistere tre pianeti paralleli, uno per le donne uno per gli uomini e uno per chi vuole accoppiarsi.
    Planet Frau – Planet Mann – Pums-Planet.
    Mi scuso con te per gli errori ortografici, peró ho sempre l’alibi della sudtirolese di madrelingua tedescha 😉
    Bussi MELANIA
    (Melania…era la rivale di Rosella O’Hara in via col vento)

  48. No, dov’é finito il mio post ?

  49. Stasera non funziona wordpress….ti mando un saluto e un buona serata fatti quattro risate da me 🙂
    Kiss kiss Xeena

  50. Come al solito, questa è dedicata a te

    Primero hay que saber sufrir,
    después amar, después partir
    y al fin andar sin pensamiento…

    Después…�qué importa del después?
    Toda mi vida es el ayer
    que me detiene en el pasado,
    eterna y vieja juventud
    que me ha dejado acobardado
    como un pájaro sin luz.

  51. Cara Melania, forse non ci crederai, ma in questo momento ho davanti a me “Diva”, il cd che contiene Why. Sarà solo una coincidenza? Forse no… Chissà?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: