Pubblicato da: maria | agosto 5, 2009

*****

impronte

vivo uno stato particolare, sensazioni strane e inattese. ho quasi paura di ammettere con me stessa che sto bene. timore che la vita con un’impennata improvvisa mi faccia cambiare idea, tornare sui miei passi in questo cammino che sto percorrendo. questa vita che nel passato è stata a volte così dura e crudele. ora le chiedo solo un po’ di respiro, una manciata di serenità e di poter vivere.


Annunci

Responses

  1. che bello, leggere questo post….sono felice per te, e per me, che mi sono ritrovata.Bello.

  2. (non diciamolo, troppo forte, Mel.Ma ,q aundo si sentono mommenti cosi’, son momenti speciali.E’ una rinascita.Sto vivendo qualcosa di simile, ti sono vicina.Un abbraccio)

    • Ti rendi conto quante cose in comune scopriamo così spesso io e te?
      Anche io sono felice per te… ma davvero tanto… ed è bello sapere che riesci a capirmi.
      Ti stringo forte forte

  3. vabbè, allora son felice anch’io per tutte e due

    • …grazie Oscar cuore-tenero (???)

  4. Ottimo! Vivere bene! Quanto è importante e… bello! 🙂 Sono contento per te…

    • Grazie Lorenzo. Un abbraccio

  5. eh beh, era pur ora no? 🙂

    • Concordo con te.
      Ma c’è sempre una certa forma di scaramanzia (non ammessa e non espressa) che mi impedisce di “gioire” del tutto…

  6. seduta sulla collina guardi la spiaggia di omaha :))

    • Forse sì, per lo meno ci sto provando.

  7. Oh! Finalmente!
    Vorrei proprio sapere chi è il responsabile di questo suo “stato di grazia”. Sono sicuro che deve essere una persona eccezionale.
    Io comunque le consiglierei di andarci cauta…
    Lo dico contro il mio interesse (cioè quello dei maschi), ma ci sono in giro certi tipacci che non vedono l’ora di approfittare di dolci, giovani e tenere pulzelle… (beh insomma, giovani e tenere…).
    Arrivano più o meno improvvisamente, magari anche dal cielo e poi per liberarsene bisogna sudare sette camicie (e poi magari anche stirarle…).
    Lei si sa difendere? Graffia? Morde? Scalcia?

    • Per forza ci deve essere qualcuno responsabile?
      E dai anche per scontato che sia un uomo?
      Comunque ci vado molto cauta (forse su questo argomento ci torneremo su in altra sede, io e te…).
      Vuoi mettere in dubbio che io sia “giovane e tenera”?
      In ogni caso sai benissimo che io NON SO STIRARE una camicia, figurati sette… Quando mi devo difendere… e non credo sia questo il caso, prima di tutto uso le parole, il tono della voce… poi passo al resto… ho un’ottima mira, per esempio…

  8. Oh bella! Lei non vuole ammetterlo, eh?
    Ma qui c’è qualcuno che ha fatto centro (spero che il calibro fosse sufficiente e che non ci siano volute molte munizioni…).
    Ha un’ottima mira?
    Non mi sento in pericolo, le aquile sono specie protetta. Al minimo si possono accarezzare, non spiumare.

    • Dici che qualcuno ha fatto centro?
      Forse… così pare…
      Quante munizioni siano state utilizzate non lo so, più che la quantità ha dato i suoi frutti la qualità.

      Confermo, ho un’ottima mira.
      Ma io non farei mai e poi mai del male a un’aquila.
      Magari a un essere umano… in certi casi…
      Ma tu in quanto aquila non hai di che temere.
      Giusto?

  9. Sarebbe anche ora che ti sentissi un po’ bene, no?!
    Non è una critica nè una polemica, per carità.
    Ma dopo tanto dolore, un po’ di benessere o (largheggiamo) di felicità ti spetta, credo.
    E che il dolore vada a bersi un brodo, come diciamo noi vecchi cagliaritani.
    Ciao.

    • Sono d’accordo.
      Credo di essere pronta e decisa a portare avanti questa “sfida”.
      Stare bene e forse anche qualcosa di più.
      Hai ragione… un bel brodo caldo…

      • SI’SI’SI’SI’!
        Un bel minestrone!
        Mi prenoto. A che ora passo?
        (Le Aquile sono ghiotte di minestrone, non lo sapevi?)

  10. Dura, non dura. Intanto vivi e vivi dolcemente con la calma tutt’attorno. Poi la tempesta ritorna e il vento rovescerà l’ombrello. Ma il tempo è bello anche perché muta, no?

    Muta anch’io. E ora taccio.

    • Quanto possa durare questo mio stato non lo so.
      E’ qualcosa di imprevedibile, proprio come il tempo.
      So solo che mi piace e che mi ci cullo in questa sensazione di benessere.
      Quando e se arriverà la tempesta mi troverà pronta ad affrontarla.
      Il tempo è bello perché muta, e ogni stagione ha il suo fascino.
      Basta saperlo riconoscere e apprezzare.
      Un abbracio Cecilia

  11. Aquila: non sapevo che le aquile fossero ghiotte di minestrone. A me non piace e io non lo cucino. Se vuoi te lo puoi sempre cucinare da te… a dire il vero mi dà un po’ fastidio anche l’odore che lascia… odore di minestrone per l’appunto… una bella insalata di pomodori e cetrioli non andrebbe bene? (ahahahahahah….)

  12. Le Aquile sono allergiche al cetriolo e per quanto riguarda il pomodoro, lo mangiano soltanto sulla pizza o sulla bruschetta.
    Attendo comunque il menù completo, per dare un parere approfondito sulle sue abilità culinarie…

    • Non è vero che le aquile sono allergiche al cetriolo.
      Le aquile sono viziate.
      Non te l’ho detto?
      Io cucino sempre e solo insalata di pomodori e cetrioli…
      (dai, sto scherzando…)

  13. Le Aquile sono viziate?
    Naaaaaaaaaa!
    E’ che devono essere accudite, perché a volte compiono lunghi viaggi…
    Comunque in genere mangiano di tutto, glielo posso assicurare. Basta aprire il FREEZER e pescarvi dentro quello che serve.

    • Lunghi viaggi??
      Adesso stai esagerando, dai…
      Il freezer? No, no, no…
      Per un po’ niente freezer, anche perché troppo spesso è vuoto.
      E cucinare può essere divertente e interessante.
      Ma mangiano solo cibi surgelati?

  14. anch’io avevo paura di pensare che ero “felice” è successo parecchi anni fà…per me non è stato un periodo eterno, le cose sono cambiate e ora …è meglio non parlarne!

    • non penso quasi mai all’eternità delle cose.
      cerco di vivere i momenti specifici.
      e comunque nella vita gli alti e bassi si alternano.
      non bisogna mai disperare.

  15. anch’io quando stò bene sono spaventata che tutto possa finire, in fondo se ci rifletto mi rovino anche quel poco di gioia….
    adoro elisa…

    • hai ragione, non bisogna pensarci troppo e vivere i momenti così come vengono.
      anche a me piace elisa, parecchio.

  16. elisa è legata ad un triste momento della mia vita, che per fortuna è dietro di me, ma non lontano..dietro..per questo ho paura di quel pò di sereno…
    ciao e felice di averti incrociata


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: