Pubblicato da: maria | gennaio 21, 2010

…e poi…

…ci sono sere come queste. in cui cerchi di capire perché hai sbagliato o dove hai sbagliato. in cui fai una fatica incredibile a capire e ad accettare quello che ti succede intorno. con la pioggia che continua a scrosciare inesorabile e impietosa, amplificando queste sensazioni. una notte grigio-nera e senza vento percepibile, ma con cumuli di nuvole che si muovono rapidamente, creando nuove immagini e nuovi sogni incompiuti, in un cielo senza stelle e senza speranze. notte di ricordi non abbastanza appannati e di un presente ovattato e impreciso. un velo di cipria impalpabile che un alito di vento porta via.

Annunci

Responses

  1. “Notte di ricordi non abbastanza appannati e di un presente ovattato e impreciso.”
    Maria, dopo aver letto una frase come questa, che quasi ti invidio, ti chiedo: “Non hai mai pensato se per te una concreta via se non di salvezza almeno di fuga non possa essere la scrittura?”
    Voglio dire, oltre che il blog, un tuo LIBRO…?
    Ciao.

    • ciao Riccardo.
      troppo generoso con me.
      ogni tanto qualcuno ci prova a convincermi.
      ma sino a ora nessuno c’è riuscito.
      nel passato ho scritto qualcosa ma non mi è mai passato per la testa di pubblicarlo.
      non ci riesco e non mi va.
      mi sta bene il blog.
      almeno per il momento.
      e poi diciamo che in famiglia c’è già chi lo fa (e incredibilmente meglio di me).
      a presto.

  2. (certo che per l’autoflagellazione hai scelto una canzone meravigliosa… :->)
    Baci.

    • ciao Michelì.
      anche a me questa canzone piace assai…
      baci

  3. Nel frattempo è tornata la tramontana.
    Lì fuori sembra tutto chiaro e netto.
    Se respiri forte, forse si dirada un po’ la nebbia. Quella dentro.

    • hai ragione, Rob.
      fa anche un grande freddo.
      o forse anche quello è dentro?
      notte piena di stelle (stanotte il cielo è uno splendore)

  4. Una bella dormita e passa tutto.

    • caro Renato… io sono un disastro…
      soffro anche d’insonnia.
      però ora ci provo.

  5. cara mel, queste notti le conosco…ma arriva sempre l’alba! ti abbracio

    • sì, Frà. l’alba arriva. ma che fatica.
      un grande abbraccio

  6. …certte notti son cosi’…e comun que certe sensazioni rimangono..(spero vada meglio, adesso.Un abbraccio)

    • non ci piove. parecchie mie notti sono così.
      è necessario imparare a conviverci e a gestirle.
      adesso va.
      ti abbraccio amica mia

  7. Melania, a questo punto potrei anche proporre una Lega (da non confondersi con i famosi razzisti padani).
    Una Lega di persone deluse, ma intenzionate a non arrendersi.
    Che ne dici?
    Un saluto a Riccardo, che non conosco, ma che si chiama come mio figlio. 🙂

    • Nico cara, e perché no?
      In questo momento mi sto godendo, o cerco di godermi, una serata tutta casalinga e solitaria. Figlia grande partita per un breve we a Stintino, figlia piccola uscita e che rientrerà alle prime ore di domani. Io me ne sto a letto a leggere con la mia adorata Molly, che ha solo 4 mesi ma che ha imparata a conoscermi e a sopportarmi. A volermi bene per quello che sono e chiedendomi davvero poco in cambio.

    • Ehiehiehi!
      Chi parla di razzisti padani???

      • ti senti “colpito”? affondato?

  8. Fortunatamente la notte non è eterna..basta solo armarsi di un pò di pazienza,e tutto tornerà chiaro.. 🙂
    Fabio.

    • Già, Fabio…
      ma quanta pazienza occorre?

  9. tanta purtoppo..

  10. io cambierei marca di cipria…

    • dici?
      effettivamente non uso la cipria e mi trucco molto poco, lo stretto necessario.
      sarà per questo?

  11. sì…. un libro ce l’hai…già scritto…

    • è vero. ma resta lì dove è. questo dovresti saperlo meglio di chiunque altro.

  12. mmm occhio di lenù….bello!

    • non riconosci più gli occhi di tua moglie ex? non è di Lenù. è il mio occhio. Lenù li ha molto più belli e più chiari dei miei.

  13. hai davvero un bellissimo occhio, se l’altro è uguale hai dvvero dei begli occhi

    • grazie. l’altro per mia fortuna è uguale. e quando ci metto un pochino di mascara sono molto, molto più belli (qui sono senza trucco, ovviamente e dopo una giornata merdosa di lavoro)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: