Pubblicato da: maria | luglio 2, 2011

Cosa c’è di peggio…

Decido di andare a letto. Prendo in mano lo spazzolino da denti elettrico, premo il pulsantino di accensione e mi rendo conto che non funziona. Lo smonto, cambio le pile e lo richiudo. Riprovo. Niente. Nessun movimento. Nessun rumore. Nessun fruscio. Il silenzio totale.

Quasi rassegnata, mi lavo i denti con lo spazzolino elettrico utilizzandolo come se fosse un normale spazzolino da denti. Sensazione di disagio.

Mentre l’incazzo cresce e raggiunge il lampadario del bagno, osservo delle ragnatele che piovono dal soffitto. Questo pomeriggio non c’erano. Potrei giurarci. O quasi.

Nel frattempo lo specchio del bagno decide di mettere in evidenza particolari che avrei preferito ignorare. Per esempio che dovrei tagliare un po’  i capelli. Queste ciocche più chiare mi danno un’aria da defieciente. Dovrei dormire di più la notte. Dovrei mangiare di meno. Dovrei bere di più.

Dovrei… dovrei…

Dovrei non essere così incazzata per un motivo così stupido.

E non serve a niente dare la colpa allo spazzolino.

Nel frattempo, lui, lo spazzolino, nel silenzio della notte, inizia a vibrare. Funziona. Adesso. Quando vuole lui.

Mi rassegno. Vado a letto.

Annunci

Responses

  1. Benvenuta nel mio club!
    Lo spazzolino non è un granché, ma come inizio è niente male.
    Ci sono tantissime altre cose che si possono rompere, ovviamente nel momento in cui servono di più…

    • Non mi sottovalutare, Aquila.
      Vuoi che ti dica del microonde che ha (quasi) smesso di funzionare una settimana fa?
      O del mouse che è morto questo pomeriggio?
      O del televisiore che tentenna e ogni volta che lo accendo dico una preghierina propiziatoria?
      O del numero spropositato di modem cambiati?
      Per non parlare dei decoder?
      Dei cavi di varia natura?
      Posso sembrare una principiante, lo so.
      Ma..
      Comunque grazie per il benvenuto.

  2. 😀

    • 😉

      buona serata, Ifi

  3. ciao Maria, ieri ho raccolto un po’ di barattoli vuoti dal bagno mentre in mano avevo anche il cellulare e ho buttato tutto nella spazzatura. poi ho deciso di cambiare la sabbia del gatto, buttata nello stesso sacchetto. Violetta arriva e mi chiede il mio cellulare per mandare un sms ..le dico cercalo, sarà di là. il cellulare non salta fuori. proviamo a chiamare il mio numero da un altro telefono : trilla, il cretino, da dentro il sacchetto della pattumiera. ho infilato il guanto e recuperato un cellulare impastato di sabbia sporca di piscio di gatto . uno schifo…….ma io, quando ho buttato i barattoli vuoti, dove ce l’avevo la testa?..avanza l’alzahimer, avanza e prende prigionieri 🙂

    • ciao Cristina. Spesso me lo chiedo anche io dove ho la testa in certi momenti… in genere non sono una persona distratta, però, a volte… ti dico solo che di recente, nei parcheggi di Auchan, per pura distrazione, mi sono fatta la fiancata posteriore destra della mia piccola e vecchia clio contro una colonna… una colonna a strisce gialle e nere per la precisione… povero il tuo cellulare… funziona ancora, spero… 😉

  4. Quando gli oggetti si animano di iniziative proprie, bisogna ricondurli alla ragione con le buone o le cattive.
    Lo sa bene il mio idraulico, che l’altra settimana ha fatto un fior di cazziatone allo scaldabagno.

    • parole sante, Rob… questo è un periodo strano in questa casa effettivamente. Procederò a un cazziatone generale…

  5. @Marì … se tutti gli elettrosfigati dovessero scrivere libri belli e già popolari ( non ostante l’ editore ‘tiratuccio’ ) come quello del mio amico @Aquilanonvedente 8) quanno je pare, complimenti a te per far parte del suo CLUB SMEMORATI E/O SFIGATI …
    A quando “anche” un tuo libro ??? 🙂

    Ps. Il titolo ??? “Tutto persi, tranne la memoria” ! :mrgreen:

    • Bruno caro, la sottoscritta per il momento preferisce leggerli i libri (compreso quello del nostro comune amico che, nonostante l’abbia letto e riletto… sta sempre qui sul mio comodino :grin:). Qualcosa lo scrive anche, ma bazzecole e niente che verrà mai pubblicato se non in questo blog… (TROPPO timida… :oops:)

      Però se mai dovessi vincere la mia timidezza (e se mai trovassi un editore disposto a pubblicare 😥 ) terrò ben presente il tuo suggerimento… :mrgreen:

      • volevo dire… non tengo Aquila sul comodino, ovviamente… ma Bibùlo… :mrgreen:

      • Non c’è Aquila sul comodino? 😕

      • Aspetta che guardo meglio… ci sono un po’ di libri, una fotografia… no nessuna Aquila. Ti meravigli?

  6. … succede, e dovresti autocompiacerti per il tuo comportamento molto democratico nei confronti di spazzolino, specchio e quant’altro… 🙂

    • …effettivamente normalmente tendo ad avere un rapporto piuttosto democratico con il mondo che mi circonda… 😉

      Però, credimi, con lo specchio… è stato davvero difficile… mi ha messo a dura prova :mrgreen:

  7. Ciao Maria, hai provato i modelli di spazzolino con accumulatore collegato alla rete? Quando lo spazzolino parte sempre al primo colpo, si evita di soffermarsi troppo a lungo davanti allo specchio, e così si evita di pensare, questo è il mio caso, che si sta diventando vecchi, che gran parte dei miei capelli si è ormai stabilita in tutti i luoghi che ho visitato, e che ho qualche decade di troppo per le mie t-shirt nere con Eddie degli Iron Maiden 🙂
    Grazie delle tue visite, carissima

    • Prendo immediatamente in considerazione il tuo consiglio.
      Evitare di soffermarsi davanti allo specchio e pensare è di importanza vitale.

      Posso dirti una cosa? Continua a indossare le magliette nere con Eddie degli Iron Maiden.
      Non smettere.
      L’età anagrafica conta poco con l’età che ci sentiamo dentro.

  8. … ma ci conoscevamo già, visto che ti ho tra i link… :))))) … sono i cambi di piattaforma a confondere… ciao

    • sai che avevo il sospetto, infatti? anche se io sono stata via dal blog per un po’ e ho trovato tante cose cambiate… 😉

  9. Dovrei, potrei.
    Meglio vorrei!
    Ciao

    • Sì, molto meglio vorrei.
      Hai ragione…
      Buona giornata.

  10. mi piace il tuo obiettivo.

    • Grazie.
      Diciamo che ci provo…

  11. Secondo me lo spazzolino elettrico è stato azionato nella notte dal ragno che aveva tessuto la ragnatela ! 🙂

    • Mi piace questa tua interpretazione… Grazie…

  12. …Vedi che potere ha un semplice spazzolino sulla
    mente umana?
    Bastava eludere per una volta la pulizia dei denti e tutto
    era come solito.

    Buona giornata
    Gina

    • Pensi che davvero sarebbe stato come al solito?
      Non sottovalutare il mio spazzolino… 😉

      Buona giornata a te Gina

  13. Post veramente spassoso…La vendetta dello spazzolino elettrico 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: