Pubblicato da: maria | settembre 18, 2011

Non ha sesso e non ha età

Ci pensavo questo pomeriggio. La sofferenza non ha sesso e non ha età. Non fa discriminazioni. Ti colpisce e basta. Quando ne senti il presagio e anche quando non te l’aspetti.

A volte la percepisci nell’aria, senti i sintomi e ti auguri non arrivi. Speri che cambi direzione e destinazione. Poi invece arriva, di botto un colpo allo stomaco e manca il respiro. Non vedi più pareti o orizzonti. Non ti interessa più niente del mare e delle stagioni. Non riesci a prendere sonno anche se l’unica cosa che desideri è dormire, con la speranza che sia un sonno lungo e senza sogni. Un sonno piatto e incolore, illimitato. Che azzeri tutto, prima di tutto la sofferenza.

Non è qualcosa con cui è facile impare a convivere. Non è la malinconia. La sofferenza è accecante, debilitante. Toglie la forza e la voglia di vivere. Manca anche l’energia per provare a resistergli. Quindi capita, a volte, che ci si abbandoni. Si rischia di diventare degli esseri catatonici e inebetiti. Anche i pensieri si annullano e i desideri non esistono. Si diventa egoisti, monocorde e monotematici. Tutto gira solo intorno a una cosa. La propria sofferenza.

Allora che fare, mi domando. E continuo a ripetermi questo quesito come una litania. Che fare… Che fare… Che fare…

Lo so che in teoria tutto passa. Tutto ha un inizio e una fine. Tutto. Per l’appunto. Ma quando il tutto si trasforma in niente, allora cosa resta da fare?

(Sai come mi sento?
Perché non penso che tu sappia come mi sento
non penso che tu sappia come mi sento
non penso che tu sappia come mi sento
Tu non sai cosa sento.)

Why – Annie Lonnex

How many times do I have to try to tell you
That I’m sorry for the things I’ve done
But when I start to try to tell you
That’s when you have to tell me
Hey… this kind of trouble’s only just begun
I tell myself too many times
Why don’t you ever learn to keep your big mouth shut
That’s why it hurts so bad to hear the words
That keep on falling from your mouth
Falling from your mouth
Falling from your mouth
Tell me…
Why
Why

I may be mad
I may be blind
I may be viciously unkind
But I can still read what you’re thinking
And I’ve heard is said too many times
That you’d be better off
Besides…
Why can’t you see this boat is sinking
(this boat is sinking this boat is sinking)
Let’s go down to the water’s edge
And we can cast away those doubts
Some things are better left unsaid
But they still turn me inside out
Turning inside out turning inside out
Tell me…
Why
Tell me…
Why

This is the book I never read
These are the words I never said
This is the path I’ll never tread
These are the dreams I’ll dream instead
This is the joy that’s seldom spread
These are the tears…
The tears we shed
This is the fear
This is the dread
These are the contents of my head
And these are the years that we have spent
And this is what they represent
And this is how I feel
Do you know how I feel ?
‘cause i don’t think you know how I feel
I don’t think you know what I feel
I don’t think you know what I feel
You don’t know what I feel

Annunci

Responses

  1. ti abbraccio in silenzio, ci sono momenti – hai ragione – in cui si deve solo contemplare il proprio dolore per farlo passare

    • Ricambio l’abbraccio, Sun.
      Grazie.
      Mi sei tanto caro

  2. La sofferenza non la scegli, te la ritrovi e basta. qualcuno ci mette del suo e a volte con scelte sbagliate ne crea i presupposti per se e per gli altri. Ma quelle importanti arrivano da sole, una sera , da un medico, dal telefono e ti dicono che da ora cambia tutto. Non penso ci sia vita senza questi passaggi. Non lo auguro, ma una dose di dolore fa parte di questa vita. Dubito si possa evitare. Dubito non la si possa vedere nelle vite degli altri. Ma una speranza c’è in questo pensiero forse un pò grigio . Non siamo liberi di scegliere quello che ci succede, ma siamo liberi di rispondere a quello che ci succede in un modo o nell’altro. E quesot se ci pensi non è poco…

    • E’ vero quello che dici.
      Mi piace questo senso razionale di vedere il dolore collocato nella vita umana.
      In questo momento mi manca la giusta razionalità per reagire.
      Ma la ritroverò.
      Lo spero, per lo meno.
      Grazie per il passaggio e per il commento che ho molto apprezzato.

  3. Buongiorno Maria, ti sono e siamo vicini,in questo momento
    di oscurità dell’anima.
    Ma sai benessimo che la migliore medicina per darti un poco di
    sollievo, sei solo tu.
    Un passo dopo l’altro, non avere fretta …
    Un caro saluto
    Ombre

    • Hai ragione Ombre cara.
      Hai davvero ragione.
      Ma in questo momento faccio fatica.
      Ma ci provo.
      Un caro saluto a te.

  4. Ti capisco, anche io, quando, a volte, mi capitano quegli interi fine settimana in cui non riesco ad alzarmi dal letto mi chiedo cosa posso fare per reagire che non sia semplicemente aspettare che passi… ma ancora nessuna risposta risolutiva… se trovi il modo me lo fai sapere per favore?? 🙂

    • Contaci… ma se trovi tu prima di me la soluzione… me lo fai uno squillo? 😉

      • Ovviamente! 🙂

      • 😉

  5. Che fare? Che fare? Che fare?
    Devi vivere superando la giornata intanto. Non ci sono formule magiche che leniscono il dolore, solo il tempo aiuta. L’importante è non mollare la presa e lasciar fluire la vita

    • E’ quello che sto provando a fare.
      Lascio fluire la vita, lentamente.
      E cercando di restare in piedi.

  6. Ti capisco molto bene.
    I miei ultimi tre anni sono stati costellati da dolori di diverso tipo……….
    Il tempo…….un pò aiuta, ma ti devi rialzare da sola…..come al solito.
    Un sorriso,
    Luciana

    • Grazie, Luciana.
      Anche i miei dolori sono di diversa natura, purtroppo.
      Un sorriso a te

  7. la sofferenza è la cosa più democratica del mondo.
    e dato che capita a tutti, speriamo capiti quanto prima
    anche alla fonte della nostra sofferenza.

    dai

    • A volte la causa della nostra sofferenza siamo noi stessi.
      Sto arrivando a questa conclusione.
      Credo di aver sbagliato parecchio e ora non posso fare altro che pensare a un futuro un po’ sereno.
      E razionale.

      • ovvio che si sbaglia.
        si sbaglia a concedere troppo.
        si sbaglia ad idealizzare ectoplasmi credendoli persone.
        si sbaglia perchè si è cechi e sordi.
        ma si sbaglia anche perchè si è egoisti e stronzi.
        l’averne contezza ti fa ripartire da un gradino più alto.

      • Dalle tu parole e dal tono mi sembra di sentire una nota di rancore.
        Vedi io non riesco a provare rancore.
        Parlo in generale.
        Magari sul momento mi’incazzo però dopo mi passa.
        Credo sia un mio difetto, che si va a sommare a mille altri.
        Fra l’altro, non sempre, ma mi capita di essere stronza e anche egoista.
        Di solito so anche riconoscere i miei errori.
        Ma non sempre è sufficiente.

  8. nessuno può sapere come ci sentiamo veramente a volte non lo sappiamo neanche noi. un abbraccio per una serena notte p.s. poi è vero tutto passa bisogna vedere come passa.

    • Le notti non sono molto belle in questo periodo e sempre troppo lunghe e troppo brevi allo stesso tempo.
      Non resta che cercare ogni goccia di razionalità e continuare per la propria strada.

  9. Come la sofferenza, anche il sollievo può arrivare inaspettato.
    Quando non si vede la luce, bisogna resistere ed aspettare.
    Domani è un altro giorno.

    • Sì, domani è un altro giorno.
      Ma oggi è ancora oggi.
      Aspetteremo con pazienza….

  10. Cara Maria, Possiamo stendere un tappetto di parole su cosa e come
    fare in questi momenti, ma, mi chiedo: Servrebbe?
    Fermati, stringi forte la Tua Vita, e lascia passare il …momento
    Un abbraccio
    Gina

    • Esatto, Gina caro.
      E’ proprio quello che sto provando a fare.
      Ti abbraccio

  11. as I felt.
    panta rei.

    • Già.
      Magari accelerasse un pochino….

  12. Difficile un commento ma ci provo.
    L’essere umano per quanto sembri il contrario, ha una grande capacità di adattamento alle situazioni più estreme, quindi anche alle sofferenze (lo puoi vedere se ti capita andare in paesi del mondo dove la sofferenza e lo stento sono di casa ma nonostante ciò riesci a trovare dei sorrisi).
    Cerca di partire da questo come base. Io soffro, vediamo cosa si può fare per uscirne o alla peggio per abituarsi a questo stato e non Io soffro e questo mi impedisce di pensare a niente altro ed agire.

    Silvia

    PS: ovvio che è un commento semplicistico. Non avertene a male.
    PS2: quella canzone è stupenda

    • No, Silvia. Ti ringrazio davvero.
      Hai ragione.
      Ci si adatta, ci si adegua, ci si abitua.
      A tutto, o quasi.
      Spero di non essere l’eccezione…

      Sì, la canzone è bellissima e mi accompagna in tutti i momenti difficili.

  13. Buongiorno.

    • Buon pomeriggio.

  14. Good post. I study something more difficult on totally different blogs everyday. It would always be stimulating to learn content material from other writers and observe slightly something from their store. I want to make use of some with the content material on my blog whether you don’t mind. Natually I provide you with a hyperlink in your net blog. Thanks for sharing.

  15. Premesso che i commenti di
    Malacqua li riconoscerei anche se non li firmasse, e ciò è un complimento, sappi che anche per me è ricominciato il tempo dell’insonnia. E di certi pensieri che si fanno largo pian piano nella mente.
    “Cattivi pensieri”, direbbe qualcuno, ma solo noi sappiamo quel che ci abita.
    Solo noi.

    • Esatto, Nico.
      Solo noi.
      Sui commenti di Malacqua… concordo…

  16. Nice post. I learn something more challenging on different blogs everyday. It will always be stimulating to read content from other writers and practice a little something from their store. I’d prefer to use some with the content on my blog whether you don’t mind. Natually I’ll give you a link on your web blog. Thanks for sharing.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: