Pubblicato da: maria | dicembre 27, 2011

Passepartout

Aveva la capacità di aprire le porte.

Ma non le sapeva richiudere.

Il resto del mondo riteneva che il suo fosse un dono. Invidiabile.

Lei ne avrebbe fatto a meno. L’avrebbe ceduto volentieri.

In cambio avrebbe voluto unicamente la possibilità di saperle richiudere.

Chiudere tutte le porte e proseguire. Senza mai voltarsi indietro.

Annunci

Responses

  1. Io questo “dono” ce l’ho..non so se è una fortuna però mi rende “invulnerabile” a certe sofferenze, sono sempre dell’idea che se qualcuno ti vuole veramente prima o poi trova il “coraggio” di aprire la porta e venire a cercarti…
    Una bella giornata a te, con bacio 🙂

    • Devo premettere una cosa.
      In quanto ho scritto non c’è niente di autobiografico.
      Fumavo l’ultima sigaretta prima di andare a letto.
      E nella testa mi ripetevo questa parola.
      Passepartout.
      Mi è venuta in mente questa specie di favola.
      Avere il dono di aprire le porte ma non saperle chiudere.
      Io non so se ho la capacità di aprire le porte.
      Di certo non tutte.
      Alcune sì e altre no.
      Ma quando è necessario le so chiudere.
      Senza mai sbatterle.
      Buona giornata a te, Libera. Un bacio. 🙂

      • @maria, non ho pensato all’autobiografico però ho preso spunto per “vedere” un pò dentro di me.
        La vita (secondo me) è un lungo corridoio con una porta dopo l’altra, lo fa sembrare meno noioso e stimola la curiosità di vedere cosa c’è oltre e se quello che vedi non ti piace c’è l’altra porta davanti a te…o mamma che papocchio ho fatto..ma la penso proprio così.
        Un abbraccio 🙂

      • Mi piace la tua visione della vita, Libera.
        Un abbraccio forte a te 🙂

  2. Siamo a meno 4 dal 2012……..
    Buona giornata.
    Luciana

    • Luciana cara, non me lo dire così che mi viene il panico… 😉

      Buona giornata

  3. Saperle aprire e anche chiuderle, se serve.
    Ma più di tutto saperle vedere.
    Ciao Maria

    • E’ proprio vero.
      La difficoltà maggiore sta proprio nel saperle vedere.
      Ciao Pass

  4. io passo il tempo a tirare le poste su cui c’è scritto spingere e viceversa…

    • lapsus..ritengo siano le porte e non le poste.

      • Chissà se Freud usava il T9…

      • Mi vuoi fare finire questo anno (del cavolo) con questo dubbio?
        (serata fredda fredda, maestrale fortissimo… sai che ci starebbe bene?)

      • Le patatine fritte !

  5. La prossima volta che mi si blocca la porta blindata ti chiamo.
    Prestazione con fattura, ovviamente… 🙂

    • Quante volte al giorno o alla settimana ti si blocca?
      Potrebbe diventare un lavoro sicuro per certi versi.
      Ovviamente, considerando il lavoro “mirato”, mi serve l’alloggio e i pasti.
      Per me tanto quanto… penso alla capacità di adattamento del resto della tribù….

      Ma tu ami gli animali, vero? :mrgreen:

      • Dipende da quante volte la apro e chiudo… :mrgreen:
        Comunque non ti preoccupare: io amo molto gli animali.
        Specie quelli da padella… 😛

      • Passi la vita ad aprire e chiudere per scoprire quante volte riesce a bloccarsi? 🙄

        Cosa intendi per animali da padella? :mrgreen:

        Occhio, Aquila… la tribù insorge… 😉

  6. Non ho mai “studiato” bene a chiudermi una porta alle spalle.
    Forse dovrei fare esperienza nell’ imminente anno nuovo.
    Un saluto di gioia
    Mistral

    • Un caro e affettuoso saluto a te, Mistral

  7. le porte…maria..aprirle e chiuderle sempre alle spalle il futuro è davanti a noi …sempre avanti… un bacio e un grazie…ciao

    • Sì, il futuro è davanti.
      E arrivati alla fine dell’anno (e di quest’anno così pesante), non si può che sperare e guardare avanti.
      Un bacio

  8. Brava Maria, mi piace questa tua positività nel guardare avanti 😉

    • Non è un post autobiografico.
      A dire la verità.
      Nella mia vita credo di averne chiuse varie di porte.
      E con decisione e sena tornare indietro.
      Quando non chiudo una porta è solo perché… do di volerla tenere aperta… 😉

  9. don’t look back.

    • Sometimes…

  10. niente male, da rifletterci su a lungo. Si potrebbero fare molti pensieri sulle porte girevoli,a battente, scorrevoli, a scomparsa…oppure sulla gentilezza di tenerle socchiuse

    • In genere quando le chiudo non le sbatto, le accosto.
      Capita di socchiuderle, di lasciare sempre e comunque uno spiraglio.

  11. Mi piacciono molto i commenti di “accantoalcamino”, così pacati e sensibili.
    Io non so più aprire le porte, ma quando sapevo farlo riuscivo anche a chiuderle. Spesso sbattendole.
    😦

    • Accantoalcamino (Libera) è una donna di grande sensibilità e cuore. Intelligente. Che ho scoperto in questo mondo virtuale.

      Posso contraddirti, Nico? Me lo permetti? Tu le sai ancora aprire le porte. Il tuo diciamo che è una specie di alibi. Le sai aprire, credimi. 🙂

  12. A me piacerebbe riuscire a chiuderne solo una di porta, ma non ho il coraggio di farlo.

    • Qualche anno fa ho dovuto chiudere una porta molto importante nella mia vita.
      E’ stato doloroso, faticoso… ma era necessario.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: