Pubblicato da: maria | aprile 29, 2008

un vulcano (o qualcosa di simile)

rabbia feroce e silenziosa che non riesco a controllare

che forse non voglio neanche più controllare

che scava dei tunnel e crivella l’anima

quando le lacrime scivolano lente lasciando solchi simili alla lava di un vulcano

rotolano, in silenzio ma con effetti devastanti

un vulcano

è la cosa che mi assomiglia di più in questo momento

un vulcano, una bomba (o qualcosa di simile…)

sul punto di esplodere

e di buttare fuori tutto quello che in questi ultimi tempi ho cercato di tenere sotto controllo

l’illusione di una razionalità che non ho, che non mi appartiene

nervi scoperti e niente sotto controllo

troppo dolore

delusione e amarezza

la consapevolezza di non essere quello che vorrei, che vorresti, quello che non sarò mai

(quando ci siamo conosciuti una delle prime cose che mi hai detto è che ti ricordavo questa canzone. avrei dovuto capire, avrei dovuto desistere e non persistere in questo gioco d’azzardo senza capo né coda, dove l’unica che rischia qualcosa sono io… l’anima)

La descrizione di un attimo (Tiromancino)

La descrizione di un attimo
le convinzioni che cambiano
e crolla la fortezza del mio debole per te
anche se non sei più sola perché sola non sai stare
e credi che dividersi la vita sia normale
ma la mia memoria scivola
mi ricordo limpida la trasmissione dei pensieri
la sensazione che in un attimo
qualunque cosa pensassimo poteva succedere.
E poi cos’è successo
aspettami oppure dimenticami
ci rivediamo adesso
dopo quasi cinque anni
e come sempre sei la descrizione di un attimo per me
e come sempre sei un’emozione fortissima
e come sempre sei bellissima.
Mi hanno detto dei tuoi viaggi
mi hanno detto che stai male
che sei diventata pazza
ma io so che sei normale
mi chiedi di parlare adesso
perché i numeri e il futuro non ti fanno preoccupare
vorrei poterti credere
sarebbe molto più facile
rincontrarci nei pensieri
distesi come se fossimo
sospesi ancora nell’attimo in cui poteva succedere.
E poi cos’è successo
aspettami oppure dimenticami
ci rivedremo presto
fra almeno altri cinque anni
e come sempre sei la descrizione di un attimo per me
e come sempre sei un’emozione fortissima
e come sempre sei bellissima perché
come sempre sei la descrizione di un attimo.

ma anche

Annunci

Responses

  1. Conosco bene la sensazione … la rabbia ti arriva al midollo … come lava scorre nelle vene e vuole venire fuori … prepotente … pulsante …
    Stasera ho paura, tanta paura per il domani. Spero di riuscire a placarela la mia rabbia … ne ho veramente bisogno …

    Ciao
    Miky

  2. Come ti capisco…
    Ho ingoiato per anni, che mi son parsi secoli, la lava del vulcano, e come un’erosione nell’anima il dolore mi ha scottata, lacerante…
    Ora l’ho lasciato esplodere quel vuolcano… e il fuoco ha colorato il mio cielo disintegrando ogni forma di angoscia impetuosa che abitava in me…
    restano le ceneri, i ricordi lievi, belli finanche…
    E mi chiedo se qualche tizzone sia scampato e se domani tornerò a bruciare… perché il vulcano si addormenta.. ma non muore mai…

  3. e contare fino a dieci non sempre serve
    ed ecco il mio mal di stomaco..
    ci vorrebbe la pazienza di Giobbe unita ad una volontà sovrumana
    che non mi appartiene purtroppo…

  4. eh si… come ti ho già detto infinite volte, siamo proprio simili io e te!
    Quando anche trovi la serentià da un lato, c’è sempre un vulcano dentro pronto ad esplodere, come una bomba ad orologeria. Per me adesso è il lavoro. Non ce la faccio più devo proprio cambiare, sono arrivata alla saturazione e non sopporto più niente. Non sopporto più la mia città (che pure amo), troppo caotica…
    E’ ora di uno slancio coraggioso e un cambio di vita… altrimenti esplodo come un vulcano devastante in grado di cambiare clima sul pianeta Terra!!!
    un abbraccio, buona giornata e buon ponte se lo fai!

  5. Oggi per me è un giorno speciale …
    Un giorno carico di ricordi meravigliosi … ma anche di rabbia funesta.
    Insegui un sogno per una vita, e poi lo vedi svanire nel nulla …
    Oggi potrei anche riavere il mio sogno. Lo voglio con tutto me stesso … ma riuscirò a cancellare in un attimo tutta la mia sofferenza?
    Spero di riuscirci … spero di ritrovare il “mio mare”
    Come dici tu … il vulcano non muore mai

  6. La lava va buttata SEMPRE fuori, è la natura a dirlo.

  7. condivido il pensiero di Graziano, altro non posso dire
    🙂 buona giornata

  8. io osno un vulcano continuo….quelli che stanno con me si lamentano…ma almeno io sto meglio se mi sfogo…

  9. Conosco bene le sensazioni che hai descritto, perchè ho provato sulla pelle del mio viso il dolore di quelle lacrime che bruciano come lava infuocata…
    Ti abbraccio… spero che tu possa trovare presto un pò di serenità…
    …l’acqua del mare è efficace contro le colate di lava… provaci, tu che puoi…

  10. Mi é stata regalata ieri questa canzone degli After da un amico blogger insieme ad altre tre meraviglie…ora sta nel mio mp3, spero di vedere gli After al concerto del primo maggio magari coi Verdena i Marlene e La Crus (sii chiedo troppo, impossibile). Manuel Agnelli é un poeta, le sue canzoni sono speciali sta per tornare col nuovo album….

    Hai fame di sentimenti devi reagire e quel “non é niente non é per sempre” bisogna metterlo in conto ma senza pensarci troppo o non vivi piú.
    Un abbraccio Xee

  11. sono ormai stanco di dirti sempre le stesse cose….ti lascio andare

  12. anche i vulcani possono spengersi. ne resta il ricordo della terribile potenza.

  13. vai al mare Mel, di mattina presto, siediti sulla riva e guardati. Esci da te e guardati. contemplati, chiediti la ragione della sofferenza, usala per Te. Non commiserarti, non ne hai bisogno, usa il bene per Te. Vogliti bene, senza condizioni, con la dignità che hai dentro e che adesso vedi dall’esterno. Il resto arriva, ma nulla è più importante di Te. Prenditi una vacanza dalle tensioni, dalle rabbie, abbracciati. Semplicemente vogliti bene.

  14. Troppo lavo Rossa…quella seduta per le tue ossa che li non si riposano ma si disfano……..un fortissimo abbraccio Salvatore.
    P.S. Spero che l’impegno di lavoro sia ultimato…..ciao Mel.

  15. @Salvatore: tu dici? ma non sempre si può scegliere, si fa solo quello che si può e si deve, quello che è necessario. ancora sotto stress, ma più a livello psicologico. i prossimi giorni potrebbero essere abbastanza importanti per un lavoro. staremo a vedere.
    abbraccio forte e bello

  16. a volte gli argini si rompono, e quando un anatura è passionale, non si può vivere che cosi’…
    Vogliti tanto tanto bene, Melania, te lo meriti.
    Un abbraccio

  17. @Laura: imparare a volersi bene credo che sia una delle cose più difficili. ma io ci provo, ci sto provando.
    un abbraccio Laura, con molto affetto

  18. Domani é bello anche per te anche da te…vai a al mare in questi giorni e ora notte.
    Xee

  19. bellissima…la descrizione di un attimo, ma un attimo può essere anche eterno, lo sai.
    <come dice Willy. vogliti bene senza riserve…tu vali tanto e losai…ma cerca di scavare a fondo di scoprire dov’è il male
    T v bene

  20. Calma e gesso, queste lacrime scivolano o rotolano?

  21. Riuscire a volere bene a se stessi è un lavoro duro dici…sono d’accordo io ancora ci sto provando, ma non posso fare a meno di incitare gli amici a farlo…
    condivido la responsabilità di essere madre e leggendoti capisco che lo sei profondamente come lo sono io…pensavo che per tutte fosse lo stesso, ma in terapia ho capito che non sempre è così purtroppo. Quindi noi abbiamo un dono…essere madri a 360 gradi, ma come mi hai insegnato proprio tu abbiamo il diritto e il dovere di essere felici…proprio perché amiamo tanto i nostri figli.
    Ti abbraccio forte
    Notte Mel

  22. alla fine, penso che una bella eruzione ogni tanto ci voglia. è chiarificatrice e catartica. ed è meglio che tenere tutto dentro e buttarsi giù e basta, almeno reagisci e ti sfoghi.

  23. tira fuori la rabbia, falla esplodere.
    la rabbia è buona, una reazione del corpo e dell’anima che devono difendersi.
    sto imparando, anche io, poco per volta.

  24. Credo che farla deflagrare quella rabbia sia la cosa migliore, amica mia.
    E ricorda che anche a te è riservata la felicità, basta cercarla, anche se occorre farsi male.
    Un bacio.
    Anna

  25. ..ricorda però tra le note questo : Il tuo diploma in fallimento è una laurea per reagire..

  26. wow. riesci a esprimerti in un modo molto profondo.bravissima!
    ehm;la data di pubblicazione sarà a fine giugno,se non faccio troppi ritardi con l’editing. ma con l’università di mezzo mi intoppo spesso. ora ho l’incubo della redattrice che mi chiama e mi dice ‘se non rispetti la data di scadenza ti strozzo!’ anche se in realtà è una persona gentilissima
    ciao,buona giornata,tania_01

  27. Mi è difficile vederti come un vulcano, Forse un vulcano quando cova, ma vederti o saperti esplodere mi è quasi impossibile. Sei così composta, come spesso ti ho detto, che invidio questa tua abilità…

  28. Ti mando un saluto durante questa frettolosa e grigissima pausa pranzo….arriva il ponte troppo lungo per i miei gusti, giá mi preoccupo tu non farlo 😉
    Kiss

  29. buon fine settimana anche a te e non è un modo di dire il mio……..

  30. ti auguro un QUIETO fine settimana Mel e riposati!
    un abbraccio!

  31. Lascia esplodere questa rabbia, che cova dentro e ti tormenta. Esprimiti non solo con la scrittura. Butta fuori tutto quello che ti angoscia.
    Forse starai meglio.
    Ti abbraccio

  32. Un abbraccio Mel!
    Bella la nuova testata colorata! 🙂
    Da me c’è una canzone… sul mare 😉

  33. Era da un po’ che non passavo a trovarti. E come al solito questa è dedicata a te

    Un’abbraccio

  34. ciao mel, sono appena tornata…ho un terribile mal di testa. daria è appena tornata e sta per uscire…verrà a prenderla il suo ragazzo….sono tanto stanca, davvero tanto stanca.
    ti abbraccio, passa una buona serata

  35. Io so o presumo di sapere quel che senti.
    La lava lava, porta via, Melania.
    Ma tu non vuoi. Tu ricami e torni sui punti, passi e ripassi il filo.
    Non vuoi finire, vuoi una scusa per distruggere
    e liberarti. Ma questo non avviene quando
    si ha il dubbio di forse essere importanti.

    Ti bacio
    Cecilia

  36. Che bei colori lassú…passa una serata tranquilla Mel. 🙂
    Notte.

  37. come va Melania? Un pranzo al bucatino (testaccio) e poi subito a casa a cercare di fare un cambio di stagione e scartare qualcosa per i poveri,,,

  38. Adesso ti ho rinominata…non odiarmi… 🙂 il meme sembra interessante ed è nuovissimo….
    ciaociao
    http://amoredietrolesbarre.blog.kataweb.it/frammenti/2008/05/02/catena-2/

  39. boh il commento non è apparso…lo ripeto:
    Non odiarmi ti ho rinominata di nuovo….
    Il meme sembra interessante ed è nuovissimo….ciaociao

  40. Melania, tutto bene?terminato il lavoro per cui avevi la scadenza?

  41. Ciao melania, tutto bene?

  42. Bello!Tante cose che piacono a te piaciono anche a me.
    Ascoltare i Simply Red in macchiha con la Xeena vicina che all’epoca doveva ancora nascere.
    Sentire il profumo della melissa o del basilico, che mi dá un certo prurito lí, e mi dice che non sono ancora morta.
    La premenopausa é un brutto periodo, le erbe e i vicini di casa un pochino sexy ci danno un aiuto!Buona notte Mel.

  43. baci a te mel…anch’io ho tanta voglia di mare…sono andata in giro per cercare infissi e parquet…daria è andata ad Avezzano con il suo ragazzo…sono tutti là per il battesimo del “piccolino” il figlio del fratello di Nicola (il suo ragazzo appunto) Notte mel! (*)

  44. Giornate pesanti, divertente leggere la Iso peró.
    Passa bene.
    Xee

  45. @Laura: ciao bella. gli ultimi giorni sono stati molto stressanti, quindi mi sono presa due giorni di distacco da tutto. la prima fase del progetto si è conclusa e siamo riusciti a rispettare le scadenze. per quanto riguarda l’esito aspetto prima di pronunciarmi.
    oggi solo mare. sono andata al mare in tarda mattinata, sola e con un paio di libri. sono stata bene anche se ora sono stanca, peggio che se avessi lavorato tutto il giorno. mi sono anche bruciata la schiena… tutta cosparsa di crema, alta protezione, ma non la schiena… vabbè… magari domenica ci torno.
    abbraccio grande e buona notte

  46. @Isolde: sento anche io le cose in comune. ma non ho idea di cosa voglia dire lo stato di premenopausa. e penso che dovremmo essere vicine come età (sono coetanea di Oscar). Sarà che proprio non ci penso? che non è detto che non decida di fare un altro figlio? (questa è grossa, lo so…). Sto bene, che dire, e non mi sento diversa. Mi arriverà la botta? che arrivi…
    notte e un grande e affettuoso abbraccio

  47. Non son riuscito a leggere l’mms……..sto di merda tanto da non riuscire a parlare.
    Bacio Salvatore silenzioso.

  48. non c’è rabbia nel vulcano. solo calore che esce, che corre e poi si raffredda.

  49. @Salvatore: ti ho mandato una mail. per cercare di capire cosa hai e che cosa ti succede.
    bacio contro ogni male

  50. oh,cazzo aspetti a linkarmi,cinna….;-)

  51. bene, Melania, buone notizie ( aparte l’ustione!)
    Torino è bella, ma se penso al mare…è da diversi anni che non vado in Sardegna, ma un mare cosi’ …. e chi lo dimentica!(però Stintino me l’ero persa.
    Buona domenica, un bacione

  52. ah:bravo gli Afterhours, anche se non li conosco molto, però lui è davvero un figo…e io sono innamorata persa de ‘La ballata della piccola jena’

  53. @Laura: ho sentito il padre di mie figlie che è a Torino. si lamenta del caldo. forse non è più tanto abituato a quel clima. giornata splendida da me, ma oggi niente mare. ho fatto un po’di spesa e ho passato del tempo con le bimbe. e poi preferisco lasciare passare un giorno senza sole per la mia povera schiena. ma domani, se mi gira, se il tempo è bello, se ne ho voglia… mi piace maggio perché il sole non è malefico e c’è meno gente. io sono nata in maggio, fra l’altro. come anche la mia figlia più piccola. quando ritornerai in Sardegna ti ci porto io a Stintino…
    baci, cara Laura. è sempre bello sentirti

  54. Troppo diffcile essere razionali quando le situazioni
    ti portano lontano dalle tue esigenze , ma la lava ha un grande pregio: fertilizza il terreno …..
    e noi abbiamo bisogno di sentirti rigenerati anche da una sana rabbia.Bella la scelta delle musiche:-))

  55. Ciao Melania..
    ogni tanto mi affaccio nel tuo fantastico mondo..
    E’ brutta quella sensazione di rabbia
    è brutto portarselo dentro
    è brutta urlarla, anche se; penso che le cose dette in quel momento siano le più veritiere..
    spero che nel momento in cui ti sto scrivendo si sia placata..
    ti lascio un abbraccio
    ca..

  56. visto che il tuo commento è apparso alquanto scocciato per non dire annoiato e visto che ci eravamo persi di vista,beh,allora,come due bravi italiani di sinistra,ognuno per la sua strada
    buona serata
    Danilo

  57. Eh si’, tuo marito non è più abituato al nostro clima…ma non ha ancora ‘rassggiato’ la caratteristica più fstidiosa, l’afa,che ancora non è venuta furori, ma che è in agguato…e allora si’ che son dolori!
    In questi due ponti,per la parima volta , si è visto un bel movimento di tiuristi in numero consistente, e fa davvero un bell’effetto…Torino meritava quest’attenzione.
    per quanto riguarda il mare della Sardegna, fammi sognare…sarebbe bello tornare, e non è certo detto che ciò non accada.
    Buona domenica, Melania, nata di maggio,bello leggerti serena(occhio alla crema, però!)
    Baci

  58. Un vulcano….certo Mel ma non solo in questo momento,e non qualcosa di simile….Tu SEI UN VULCANO,un vulcano che mi piace,(anche parecchio),il vulcano è una montagna VIVA,una montagna che si è fatta da sè.Alterna momenti più o meno lunghi di quiescenza,di dormienza,per riposarsi e prepararsi all’esplosione della sua vita.

    Ed anche tu mi appari ,dai post che leggo con tanto interesse e quasi con passione,in una fase di riflessione, di quiescenza ,di crescita , pronta a liberare e vivere l’energia e la forza della tua anima.

    Ciao Melania,Baci.

  59. @Laura: credo che nonostante si sia lamentato del caldo, in questo momento Torino è il luogo in cui sta meglio, si sente a casa sua.
    Ricordo l’afa di Torino ed è realmente pesante. Torino, comunque, è una città che merita. In cui mi sono trovata sempre molto bene. Una dimensione “giusta”.
    Come avevo detto, oggi volevo andare al mare. Ma il cielo e coperto e sono molto, molto indecisa.
    Uff… mai pensare in anticipo di fare qualcosa.
    Baci Laura e buona domenica

  60. simmetrie Mel, non solo marine: è bello saperlo.
    buon resto della festa

  61. ….comprendo quello che provi…si, te l’han detto in molti, almeno 50…
    tutto quello sedato ribolle…ed è una sensazione amara…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: